Dopo quindici anni di assenza dalla Rai lo showman fiorentino Giorgio Panariello, che nello spettacolo "Torno sabato" ricevette grandi onori portandolo al successo, ritorna a calcare il palcoscenico in prima serata, precisamente dal Pala Modigliani di Livorno tre giorni prima di Natale. Lo spettacolo "Panariello sotto l'albero" sarà diviso in due puntate e farà rivivere i suoi storici personaggi insieme ad altri più attuali.

L'apertura del programma ha visto la presenza di Emma Marrone e l'ingresso della bellissima attrice e comica Tosca D'Aquino, a cui si sono succeduti Carlo Conti e Leonardo Pieraccioni nella rappresentazione di "C'è posta per te" di Maria de Filippi, che a sorpresa dopo lo sketch è salita sul palco raccontando una breve storia che narrava la triste infanzia del noto comico padrone di casa.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie TV

L'arrivo dei ragazzi Il Volo, il noto gruppo musicale vincitore del Festival di San Remo, ha ridato gioviale atmosfera al programma: insieme al tenore Placido Domingo hanno intonato "White Christmas".

Infine il trio ci ha fatto sentire il singolo "L'amore si muove", con unica e spettacolare interpretazione.

Evoluzione della serata

Inizialmente il programma è sembrato apparire spento e di difficile partenza, come se ci fosse qualcosa che frenava il comico, non riuscendogli forse di attirare l'attenzione dello spettatore, poi lentamente la serata è esplosa nell'evoluzione della scena, permettendo a Panariello di riprendere le redini in mano della trasmissione facendola decollare. Questo aiuto è stato dato, oltre che dagli ospiti apparsi in prima serata, dalla sua interpretazione di Dante Alighieri, dalla presenza di Giuliano Sangiorgio dei Negramaro che ha interpretato una canzone di Lucio Dalla (Piazza Grande), con l'esecuzione del balletto di Oriella Dorella, dai cantanti Gospel e dal gruppo musicale teatrale Oblivion che ha interpretato una particolare versione della Divina Commedia.

I migliori video del giorno

Divertentissima l'interpretazione ultima di Panariello che si interrogava sulle premesse d'acquisto delle auto e dei loro costi, per poi arrivare a rendere divertente la futura guida senza l'autista; a questo tema ha collegato le scene di quello che si potrebbe fare con l'ingresso di questa tecnologia e con l'abuso di quello che potrebbero fare le donne con questo innovativo servizio. La serata ha preso così il via e alla fine s'è rivelata un successo: tutti gli spettatori presenti si aspetteranno di meglio anche per la seconda.