In estate sono molti i cantanti che si esibiscono all'aperto e nelle località di villeggiatura, da Ligabue a Lady Gaga. Venerdì 19 agosto alle 22.00 è toccato a Claudio Baglioni. In occasione della serata conclusiva dell'Ischia Summer Festival il cantautore è stato invitato ad un concerto esclusivo che si è tenuto all'arena del Negombo. Mentre stava cantando, in un paese vicino sono stati sparati in aria una raffica di fuochi d'artificio, tanto da far stizzire il cantante che ha dovuto interrompere la canzone per ben due volte, perché la sua voce non riusciva a sostenere il fracasso dei botti illegali

Claudio Baglioni stoppa il suo concerto

Nell'Arena del Negombo ad Ischia Claudio Baglioni, a grande richiesta, ha tenuto venerdì 19 agosto 2016 un concerto unico.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Gossip

Dopo due anni è tornato di nuovo sul palco dell'Ischia Summer Festival a proporre in maniera originale le sue canzoni. Erano presenti la sua inconfondibile voce, l'orchestra, un piano acustico, un piano elettrico e quattro voci di coro.

Alle ore 22.00 il cantautore romano ha fatto la sua clamorosa entrata omaggiato dal pubblico presente e ha cominciato a cantare. 

Cos'è accaduto dopo

Mentre Claudio Baglioni veniva omaggiato dai suoi fedeli fan con applausi e cori, qualcuno poco distante dall'Arena del Negombo stava festeggiando un altro importante evento, perché ad un certo punto sono stati sparati in aria rumorosi fuochi d'artificio. Il cantante all'inizio c'ha scherzato su augurandosi che i botti finissero presto, ma dopo qualche secondo di silenzio, è partita una seconda raffica di spari e di nuovo Baglioni ha interrotto l'esecuzione del brano. Ha preferito aspettare che l'esibizione pirotecnica fosse terminata per riprendere il suo concerto. Dopo la brutta figura fatta con il cantante, gli abitanti hanno chiesto che venisse firmata una petizione per mettere fine ai botti illegali e troppo rumorosi.

I migliori video del giorno

Anche Tony Conte, direttore artistico della manifestazione ha espresso il suo favorevole parere, ma a Napoli e dintorni i fuochi d'artificio sono all'ordine del giorno.