Francesca Persi, assistente del noto ex fotografo dei V.I.P. Fabrizio Corona, avrebbe fatto qualsiasi cosa pur di assecondarlo nelle sue "strategie" di lavoro. E in questo modo si è comportata, rimettendoci la reputazione e rischiando adesso il carcere: lo ha fatto, come riportato dal sito liberoquotidiano.it, soprattutto per amore. Un sentimento corrisposto in minima parte da Corona, stando ad alcune indiscrezioni raccolte da persone vicine alla sua assistente (probabile che tra i due ci sia stata in passato una breve relazione) una scintilla scoccata invece da parte della Persi quando lo ha conosciuto in una palestra di Corso Como frequentata da entrambi.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Fabrizio Corona

Ciò risulta anche dalla lettura degli atti relativi all'inchiesta condotta dalla Procura di Milano, che nella giornata di ieri ha disposto l'arresto di Corona e della Persi per intestazione fittizia di beni (sono stati trovati 1 milione e 700mila euro nascosti nel controsoffitto di casa Corona).

Emergono addirittura altri particolari riguardanti il loro stretto "rapporto di collaborazione", per esempio la fuga in Portogallo dell'ex paparazzo precedente al suo primo arresto fu resa possibile grazie all'automobile prestata a lui dalla donna. Inoltre la donna si è lasciata "usare" come prestanome e ne ha supportato i traffici illeciti di denaro all'estero (sembra che un altro milione di euro in possesso di Corona sia stato depositato in Austria dalla Persi, durante ripetuti viaggi per non dare troppo nell'occhio).

Una situazione che non riusciamo a capire bene se faccia ridere o piangere, considerata la profonda ingenuità della donna e la recidività di Corona, cui il periodo di prova in affidamento ai servizi sociali sotto la supervisione di don Antonio Mazzi non ha prodotto evidentemente gli effetti sperati.

I migliori video del giorno

Adesso la situazione sembra compromessa per entrambi, soprattutto per lui dati i precedenti: è stato addirittura necessaria una sorveglianza 24 ore su 24 per evitare che Corona commetta qualche gesto inconsulto.