Non accennano a placarsi le polemiche contro il Grande Fratello vip, che vedono ancora una volta protagonista Clemente Russo, questa volta spalleggiato da Stefano Bettarini. La chiacchierata tra i due, incentrata sui tradimenti dell'ex calciatore ai danni di Simona Ventura ha attirato le ire di molti - diretta interessata compresa che è già ricorsa a vie legali - viste le frasi misogine e le espressioni maschiliste, pronunciate ancora una volta dal pugile delle Fiamme Azzurre, che stavolta rischia addirittura un procedimento disciplinare.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Grande Fratello

La carriera di Clemente Russo uscirà illesa dal Grande Fratello Vip?

Da quando, il 19 settembre, Clemente Russo ha messo piede nella casa del Grande Fratello Vip, si è già reso protagonista di due discussi episodi, che stanno seriamente rischiando di compromettere la sua carriera d'atleta.

Il primo, quando ha apostrofato il concorrente Bosco Cobos, omosessuale dichiarato, con l'epiteto di "friariello" e il secondo invece, quando, ascoltando le "prodezze" extraconiugali di Stefano Bettarini, altro concorrente in gara, si è lasciato andare in una serie di esclamazioni maschiliste, culminate poi in veri e propri insulti rivolti alla conduttrice televisiva, dopo che l'ex calciatore gli ha confessato di aver chiesto il divorzio per un presunto tradimento di lei.

La serie di espressioni omofobe, misogine e sessiste, utilizzate da Clemente Russo - guardia giurata - in diretta televisiva, hanno attirato l'attenzione del ministro della Giustizia Andrea Orlando, che ha chiesto al Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria di effettuare una valutazione sul loro dipendente, con particolare riferimento alle espressioni ingiuriose usate - segno di un specifico modo di pensare - e la compatibilità con le istanze di tutela dell'immagine dell'Amministrazione penitenziaria.

I migliori video del giorno

Ma, le conseguenze che Clemente Russo dovrà pagare per i suoi atteggiamenti non finiscono qui. Simona Ventura infatti, è già ricorsa a vie legali per tutelare la sua immagine e, molti napoletani, hanno tenuto a precisare tramite Facebook e Twitter che " Russo non li rappresenta", prendendo le distanze dal discusso modo di fare di quest'ultimo.

Il Codacons condanna il Grande Fratello Vip

Dopo gli ultimi avvenimenti del Grande Fratello Vip i telespettatori sono insorti contro il programma, dimostrando attraverso gli hastag #iostoconsimona e #BettariniRussoFuoriGF non solo la loro solidarietà verso la nota showgirl, ma anche la condanna verso questi personaggi e il programma in se, che permette la diffusione di certi atteggiamenti.

Questa, la scia su cui si è espresso anche Carlo Rienzi, presidente del Codacons, che ha definito inaccettabile che in un paese dove di continuo si assiste ad episodi di violenza sulle donne, femminicidio ed omofobia, si permetta la messa in onda diretta di esclamazioni che incoraggiano tali comportamenti.

Ad aggravare la situazione del Grande Fratello Vip arriva anche l'atteggiamento dell'emittente stessa che, rispetto alle "normali" edizioni precedenti", quando si è assistito all'espulsione dei concorrenti dalla casa per aver bestemmiato o casi simili, stavolta, non  ha neanche provato a censurare le espressioni offensive di Clemente Russo. Questo, il quadro generale che avrebbe portato a chiedere la chiusura definitiva del programma e il licenziamento dei responsabili di questo, ma per ora, non si ha ancora nessuna notizia certa al riguardo.