È senza dubbio la stagione dei colpi di scena. Squadra Antimafia 8 ha atteso alcune settimane prima di decollare, ma non sono mancate le grandi novità. La puntata di venerdì scorso ci ha infatti permesso di scoprire un’inaspettata realtà legata a Filippo De Silva. L’ex membro di Crisalide, pensando di essere sul punto di morte, è risalito tramite un indizio alla vera identità di Reitani. Ha scoperto che si tratta di Ulisse Mazzeo, ma soprattutto ha conosciuto che il boss catanese non è altro che suo padre.

Una novità che ha lasciato l’uomo incredulo, così come i tanti appassionati della fiction di Canale 5, che mai avrebbero immaginato una simile rivelazione da parte del boss.

Il padre propone al figlio di unirsi e diventare una coppia senza rivali, ma quest’ultimo non sembra del tutto convinto ad accettare la proposta. De Silva si trova infatti di fronte a un bivio e deve capire il prima possibile quale strada sia meglio intraprendere.

Anticipazioni Squadra Antimafia 8: Mazzeo e De Silva alleati

Le prossime anticipazioni di squadra antimafia 8, in programma venerdì 21 ottobre a partire dalle ore 21:20, ci svelano che l’ex membro di Crisalide e Mazzeo uniranno le proprie forze con un obiettivo comune, rappresentato dal business dell’uranio impoverito. Questa volta non c’è nessun inganno ho cosa simile, perché dal momento della morte dei Corda, per Ulisse la strada diventa tutta in discesa. È questo il segreto che lascerà di stucco i telespettatori.   

Intanto alla Duomo non mancano i colpi di scena.

I migliori video del giorno

Il clima tra i membri della squadra diventa sempre più teso, in particolare tra Giano Settembrini e Anna Cantalupo. Quest’ultima non ha più la fiducia nei confronti del proprio poliziotto ed è pentita per la decisione di averlo riammesso in squadra. Carlo Nigro deve invece ritrovare le condizioni di salute idonne, in seguito al proiettile rimediato nel conflitto a fuoco con Mazzeo e il suo clan. Non scordiamoci nemmeno di Rachele Ragno, che insieme a Torrisi medita vendetta nei confronti del nuovo boss di Catania.