Grande rumor a due giorni dall’uscita della settima serie di The Walking Dead e dalla fine della seconda serie di Fear The Walking Dead di qualche settimana fa. I social network letteralmente impazziti.

Sappiamo già che sotto i colpi di Lucille sono stati uccisi barbaramente prima Abraham e successivamente, dopo che Daryl  ha avuto la reazione istintiva di sopravvivenza sferrando un pugno a Negan, il pizza boy Glenn sotto gli occhi dei compagni e soprattutto di Maggie che è il padre.

Le due personalità

Mentre da un lato conosciamo che il capo dei salvatori Negan è il nuovo cattivo della 7 stagione di The Walking Dead, nello spin-off Fear The Walking Dead Travis sarà, forse, il nuovo crudele assassino ma non ha mai vestito i panni del cattivo della serie, anzi sarebbe il personaggio più moderato e distensivo della serie.

E allora perché associarlo a Negan? Beh il finale di Fear The Walking Dead (con la sua puntata Ira) ha visto proprio Travis protagonista in negativo: ha letteralmente spaccato il cranio (e qui un riferimento con Lucille) a due ragazzi ai quali suo figlio Chris si era avvicinato. Egli scopre che dopo un incidente in cui Chris, pur senza patente, era alla guida dell’auto, si erano ribaltati e Chris ha avuto la peggio, spezzandosi l’osso femorale della gamba. Ormai morente, i due hanno sparato a brucia pelo a suo figlio.

Nella colluttazione muoiono oltre i due ragazzacci Brandon e Derek  anche Oscar che era accorso per cercare di calmare gli animi facendogli sbattere violentemente la testa.

Il cambio d’atteggiamento

Di Negan (Jeffrey Dean Morgan) non sappiamo ancora molto quale sia il suo passato, i suoi vissuti storici: conosciamo solo che è a capo della banda dei salvatori ed è il Leader indiscusso e viene rispettato nell’ambiente.

I migliori video del giorno

Perverso, sociopatico e dal linguaggio scurrile conosceremo più avanti nelle puntate scoprendo magari lati romantici della sua personalità.

Di Travis (Cliff Curtis), nella serie insegnante, amante di Madison, è un idealista ed ottimista ma con una vena pragmatica. Pacifista, quando c’è un problema lo deve risolvere: se non ci riesce lascia stare. E’ molto razionale. Non ha mai usato armi e non gli piace usarle. Non ha mai ucciso nessuno. L’episodio della morte del figlio fa ribaltare considerevolmente i suoi ideali e anzi passa come lo spietato killer, tanto che gli abitanti dell’albergo nell’ultima puntata lo vogliono allontanare dal gruppo. E così avviene andandosene insieme a Madison e la figlia di Madison.