Manca ormai davvero poco al termine della terza stagione di Braccialetti Rossi e, dopo l'intensa e seguitissima puntata relativa alla dolorosa morte di Nina, ora tutti fan si chiedono se Bobo riuscirà a superare il difficile trapianto di cuore a cui deve essere sottoposto, ma anche se Leo vivrà abbastanza a lungo da veder nascere suo figlio.

Il trapianto di cuore di Bobo si complica

Nel prossimo episodio Bobo riceverà il cuore di Nina, che come ultimo desiderio ha espresso proprio questa volontà, tuttavia l'operazione risulta piuttosto complicata e i ragazzi dei Braccialetti Rossi sono consapevoli che si tratta di un trapianto ai limiti dell'impossibile.

Il dottor Baratti è consapevole che l'operazione potrebbe non riuscire, ma tenta in tutti i modi di regalare una nuova vita a Bobo esattamente come richiesto da Nina, nonostante ciò dalle anticipazioni lo si vede molto turbato per le complicanze emerse.

In virtù di questo molti si chiedono: anche Bobo morirà? Dalle anticipazioni emergono indubbiamente molte difficoltà per la sua salute, ma alla fine il giovane musicista dovrebbe farcela, anche perchè presente nel Watanka di gruppo finale, a differenza invece di Nina e questo sicuramente qualcosa vorrà pur dire.

La corsa contro il tempo di Leo

Nel frattempo anche la malattia di Leo progredisce molto rapidamente e in tanti temono che le sue condizioni possano peggiorare in modo definitivo nel finale di stagione, ma il leader dei Braccialetti Rossi decide di non perdere più nemmeno un secondo e dunque di scoprire la verità sull'uomo misterioso visto sulla tomba della madre, per scoprire tutta la verità e garantire un futuro migliore alla sua Cris e al figlio che i due attendono.

I migliori video del giorno

Dopo aver letto di queste anticipazioni, cosa ne pensate della stagione in corso di braccialetti rossi 3? Il finale riuscirà a mettere d'accordo tutti o potrebbe creare malumori nel pubblico? Diteci la vostra nell'apposita sezione e restate sempre informati sulle novità inerenti le vostre serie tv preferite.