In una serie tv, di qualsiasi genere essa sia, troviamo una netta divisione tra personaggi portatori di sani principi e fautori di azioni meritevoli e la loro controparte, i cinici e meschini pronti a tutto per raggiungere i propri scopi. Ebbene, tale regola non vale per shameless, dove non ci sono buoni o cattivi, ma solo un gruppo di persone imperfette che cerca di sopravvivere a modo suo.

Shameless e la famiglia non tradizionale

Ad occupare il centro della scena abbiamo la famiglia Gallagher composta da: Frank, padre alcolizzato, drogato e portatore sano di qualsiasi difetto umano la vostra mente possa solo immaginare; Monica, madre bipolare e drogata tendente alla bisessualità, che abbandona la famiglia tornando sporadicamente soltanto per portare scompiglio nella vita dei figli; Fiona, la figlia maggiore, che a 12 anni inizia a prendersi cura dei fratelli finendo per sviluppare con il tempo una sorta di dipendenza da questi, nonché una predisposizione ai rapporti amorosi deleteri e una tendenza all'autodistruzione;

Philip per gli amici e familiari “Lip”, quoziente intellettivo al di sopra della media ma emotivamente stitico, e con particolari problemi di fiducia nei confronti del prossimo e nell'intraprendere una vita lontana dai canoni di “ragazzo di strada”; Ian, “il figlio gay”, che dopo il manifestarsi dei primi segni di bipolarismo ereditato dalla madre inizia una vita sregolata, fatta di locali notturni, droga e prostituzione; Debbie e Carl, gli adolescenti della famiglia, che finiscono l'una per violentare un ragazzo, pur di perdere la verginità e farsi cosi accettare dalle sue amiche, e l'altro per intraprendere la vita di strada, coronando così il suo sogno di sempre e talento naturale; infine c'è Liam, bambino di colore figlio biologico di Frank e Monica -rigorosamente bianchi- ancora troppo giovane per poter prendere decisioni in proprio, ma che già dimostra d'avere una certa autonomia.

Ai Gallagher vanno poi aggiunti due membri onorari, Kev e Veronica o “ V ”, i vicini , coppia sadomaso dedita alla produzione di filmini porno che caricano online per guadagnare qualche soldo in più.

Shameless, il cuore dietro alla volgarità gratuita

Leggendo la descrizione dei personaggi è facile farsi un'idea su quella che potrebbe essere la trama di Shameless, fatta d'incontri sessuali occasionali, furti, volgarità e drammi personali, ma non c'è solo questo. Dietro ai tanti contenuti di certo non adatti ad un pubblico al di sotto dei 18 anni, la serie di punta dell'emittente Showtime nasconde delle importanti lezioni sulla vita, sull'amicizia e sul significato della parola 'famiglia'.

Perché, per quanto possa essere un ubriacone nulla facente, decisamente allergico alle responsabilità e per nulla idoneo alla paternità, Frank è ben lontano dall'immagine di padre alcolizzato che i film sono soliti somministrarci: fa vivere di stenti i suoi figli, spesso li deruba e di certo non è un buon esempio ma li ama, e lo dimostra ogni giorno.

Fiona, a dispetto dei suoi numerosi tentativi di spiccare il volo e di costruirsi una vita propria, non abbandona mai i suoi fratelli e così via, per tutti gli altri membri della famiglia.

Anche Kev e V, nonostante la famiglia Gallagher gli fornisca almeno una volta per episodio una buona ragione per liberarsi di loro sono sempre li, pronti ad aiutarli, perché gli amici non si abbandonano nel momento del bisogno, e 'bisogno' è la parola d'ordine in Shameless.

Perché per quanto si rialzino, righino diritto o facciano un po' di ordine nella propria vita, nessuno dei protagonisti della serie riesce a rimanere in piedi senza l'aiuto dell'altro, ed è così che in fin dei conti va la vita.

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!