Esordio col botto per Casa Mika. La nuova trasmissione televisiva del cantante di origine libanese ha strappato ampi consensi sui social network. La formula proposta dal trentatreenne musicista ha convinto i telespettatori che avevano puntato a scatola chiusa sul nuovo programma in onda su RAI 2. La show ha riportato nelle case degli italiani i grandi artisti internazionali. Standing ovation per Sting che si è presentato al pubblico di Casa Mika cantando "Englishman in New York". Nel corso dell'intervista con Mika la star inglese si è soffermato sulla sua esperienza al Bataclan in occasione delle commemorazione delle vittime per la strage di Parigi.

Sting ha sottolineato che la musica è vita e successivamente ha spiegato il titolo del suo nuovo album a tutto rock "57th &9th". Prima di lasciare il palcoscenico di Casa Mika la star britannica si è nuovamente esibita cantando il suo ultimo successo: "I can't shop thinking about you". Tra i momenti più toccanti del "one man show" la visita di Mika ai giovani del rione Sanità a Napoli.

Dal duetto con Arbore all'esibizione di Lp

L'ex giudice di X Factor ha incontrato il gruppo dei "Sanitansamble" che ha come obiettivo quello di coinvolgere di aggregare i giovani che vivono nei quartieri attraverso la musica. Il gruppo è stato invitato personalmente da Mika ad esibirsi nel corso dello show in onda sui Rai 2. Il trentatreenne si è poi soffermato davanti alla scultura dedicata a Genny, un quindicenne del rione ucciso per errore.

I migliori video del giorno

Il cantante britannico ha sorpreso tutti cantando in napoletano "Era de maggio" in memoria della giovane vittima originaria del rione Sanità. Il pubblicato ha apprezzato anche i divertenti siparietti con un giovane musicista del gruppo impegnato nell'insegnare il dialetto a Mika. Applausi a scena aperta anche per il duetto con Renzo Arbore. I due artisti hanno mandato in visibilio il pubblico in sala cantando insieme "La vita è tutto un quiz". Lo show è stato un susseguirsi di emozioni forti. La magica voce di Lp ha incantato tutti. La cantante americana ha eseguito seduta su una panchina il suo grande successo "Lost on you".

Il ricordo di Tognazzi ed il tema dell'omosessualità

Mika ha trattato con eleganza e leggerezza anche temi impegnati. Il musicista di origini libanesi ha introdotto il tema dell'omosessualità con il ricordo di Ugo Tognazzi. In studio il figlio Gianfranco e Francesco Montanari hanno riproposto una delle scene simbolo del film "Il vizietto". A casa Mika si sono esibiti anche Virgilia Raffaele, Malika Ayane, Sarah Felberbaum, Marco Giallini e Francesco Renga. Mika ha regalato anche momenti divertenti. L'ex giudice di X Factor si è trasformato in tassista ed in un'occasione è riuscito anche a farsi pagare la "corsa" da un avventore napoletano che non l'ha riconosciuto. La trasmissione si è conclusa con Sarah e Mika che si sono infilati a letto in pigiama in compagnia di Benji e Fede.