3

Finalmente sono arrivate, mancavano solo quelle. Stiamo parlando delle scintille, capaci di accendere definitivamente lo show di X Factor, prodotto Sky giunto ormai alla decima edizione. Ci sono volute tre puntate affinché i giudici accantonassero il poco credibile buonismo dei primi live, per iniziarsele a suonare di santa ragione, almeno sul piano dialettico. Che lo show del 10 novembre fosse più elettrico si era capito sin dalle prime battute, quando Fedez aveva dato del 'vate' a Manuel Agnelli, in virtù della sua cultura musicale superiore agli altri tre (come dargli torto tra l'altro?).

Manuel diventa il vate

Ma a creare ulteriormente scalpore è stata proprio la fine dell'idillio tra il rapper e il frontman degli Afterhours, dopo due puntate praticamente in accordo su tutto.

Già dopo le prime esibizioni, infatti, Fedez si è rivolto a Manuel con un eloquente "qui non vogliamo fare a gara a chi ce l'ha culturalmente più lungo", e la risposta del cantautore milanese non è stata da meno: "Non ci sarebbe partita, vincerei io". Sembra essersi rotta così l'alleanza tra i due, che nei primi live avevano fatto del 'povero' Alvaro Soler un martire.

Polemiche per l'eliminazione di Silvia Fortes

Il culmine si è toccato, come prevedibile, al momento delle eliminazioni, con Manuel esterrefatto dal giudizio dei giudici, che hanno preferito salvare Lumi (la scommessa di Arisa continua a salvare le penne), mandando a casa Silva Fortes, che non aveva troppo convinto giudici e spettatori con un'interpretazione in lingua portoghese (sua lingua madre) di Life On Mars, successo di un'icona del calibro di David Bowie.

I migliori video del giorno

Il cantautore si è infatti rifiutato di fornire spiegazioni al giudice, salvo poi assumersi comunque le responsabilità per l'eliminazione di una cantante dalla vocalità e dal talento indiscutibile. Che dire, mancavano solo le scintille per fare di uno show musicalmente elevatissimo uno spettacolo televisivo. Eva continua a viaggiare verso una finale pressoché sicura, la sorpresa della serata è la grande performance dei Soul System, ripescati al posto dei Jarvis, che hanno deciso di rinunciare al loro posto prima dell'inizio dei live per una querelle con la Sony.