lapo elkann ci è ricascato ma questa volta droga e sesso rischiano di costargli addirittura la libertà. Il 39enne nipote dell'Avvocato infatti è stato arrestato a New York dopo aver inscenato una goffa simulazione di rapimento nel tentativo di farsi dare 10 mila dollari dalla sua famiglia. Oggi è stato rilasciato ma dovrà essere processato per una imputazione - la falsa denuncia di un reato grave - che negli Stati Uniti è punita con pene che vanno dai 2 ai 10 anni di carcere.

Pubblicità
Pubblicità

Due notti di follia

"Promuovere la creatività, sviluppare i nuovi progetti, incontrare personaggi che stimolino le idee". Con queste parole lo stesso Lapo, pochi giorni fa, aveva spiegato in un video postato su Instagram i motivi del suo imminente viaggio a New York. La realtà però sarebbe stata molto diversa: non appena atterrato alla Grande Mela, giovedì 24 novembre, Elkann avrebbe preso contatto con Curtis Mckinstry, un escort 29enne che alcuni media americani riportano essere un trans, con cui avrebbe trascorso due notti di follia in un appartamento della Straus Houses, a Manhattan.

Pubblicità

Un complesso conosciuto perché frequentato da spacciatori di droga e criminali, tanto che alcuni anni fa un gruppo di residenti ha chiesto alla polizia di intervenire per migliorare la sicurezza dell'edificio di 26 piani, dove vivono circa 500 persone.

La trappola della polizia

Sesso, alcol e droga, fino a quando i soldi che aveva con sè non sono terminati. A quel punto, Lapo ha avuto un'idea non proprio brillante: ha preso il telefono e ha chiamato Torino.

Non per chiedere un bonifico, ma per annunciare di essere stato rapito da una donna che avrebbe potuto fargli del male. Per liberarlo servivano 10 mila dollari. Una cifra irrisoria per gli Agnelli, che però giustamente hanno preferito denunciare l'accaduto alla polizia di New York. Un rappresentante della famiglia si è quindi accordato con gli agenti e la mattina del 26 novembre è scattata la trappola: il trans e Lapo sono stati fermati durante la finta consegna dei soldi e poco dopo l'imprenditore italiano ha confessato di essere stato lui l'ideatore della messinscena.

L'escort quindi è uscito di scena mentre Elkann è stato arrestato e poi rilasciato con un ordine di comparazione davanti alla Corte per il prossimo 25 gennaio.

Il danno e le beffe

Ora gli avvocati della famiglia sono al lavoro per cercare di ridurre al minimo i danni. Lapo Elkann - azionista Fca, consigliere di amministrazione di Ferrari e titolare di Italia Indipendent e Garage Custom - rischia parecchio.

Pubblicità

La falsa denuncia in Usa è punita severamente soprattutto se riguarda un reato grave come un rapimento. La speranza, a Torino, è quella di riuscire ad evitare la galera, mentre per il danno d'immagine poco si può fare. Il titolo di Italia Indipendent, dopo la notizia del''arresto, ha subito un crollo del 3,46% subendo una sospensione per volatilità al ribasso.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto