Forse non tutti sanno che la celebre cantautrice canadese Alanis Morissette è stata vittima di un raggiro colossale. A truffarla sarebbe stato proprio l'ex manager Jonathan Todd Schwartz, che è riuscito ad impossessarsi di 5 milioni di dollari. La 43enne, che diventò molto popolare negli anni '90 con ballate come 'Ironic', non si era accorta di nulla; o forse non immaginava che il suo manager sarebbe stato capace di truffarla. Adesso se n'è resa conto e, forse, canticchierà più spesso la sua hit 'Ironic'.

Il manager ha ammesso le sue colpe

Jonathan Todd Schwartz, manager di molti artisti famosi, avrebbe raggirato Alanis per 4 anni e poi avrebbe 'gettato' la popstar canadese in una storia piena di falsità. I fatti risalgono al maggio 2010.

L'uomo aveva iniziato a prelevare somme consistenti dalle casse della cantante, giustificandole come 'spese personali'. Attraverso tale tattica, Schwartz riuscì a rubare 5 milioni nell'arco di 4 anni. A un certo punto, la popstar decise di cambiare manager. Questo e Alanis si resero subito conto delle innumerevoli anomalie nei conti. Vistosi alle strette, l'ex procuratore iniziò a mettere insieme molte frottole. Secondo Jonathan, la Morissette utilizzò i 5 milioni per lucrare mediante un business illecito di marijuana. I giudici americani, fortunatamente, hanno scoperto che l'ex manager della 43enne aveva mentito. Lo stesso Schwartz, alla fine, ha ammesso le sue colpe. Oltre alla popstar canadese, l'uomo avrebbe truffato altre celebrità, quindi la somma rubata potrebbe perfino superare i 5 milioni di dollari.

I migliori video del giorno

Tanti vip truffati

Secondo le ultime informazioni, Jonathan Todd Schwartz rischia 23 anni di reclusione ma probabilmente il periodo che l'uomo sconterà in carcere sarà nettamente inferiore. Il manager di tanti personaggi famosi ha confessato davanti ai giudici di essersi appropriato indebitamente di ingenti somme di denaro, all'insaputa degli artisti. Un agente dell'IRS Criminal Investigation, Anthony J. Orlando, ha detto: 'Schwartz è stato sorpreso con la mano nella marmellata'.