Anno nuovo, truffa vecchia: è così che in occasione del pagamento del Canone Rai in bolletta per l'anno 2017 arriva attraverso il web l'inganno. In occasione della nuova ondata di tasse da pagare per il 2017, qualcuno sta cavalcando l'onda del web per ingannare e rubare i dati personali di persone che, intenzionate a saperne di più sulle esenzioni del Canone Rai, cliccano sulla falsa comunicazione dell'Agenzia delle Entrate creata di proposito da alcuni sedicenti hacker.

Le esenzioni del Canone Rai sono disponibili sul sito dell'Agenzia delle entrate

Navigare su internet e utilizzare i social network dà la possibilità a tanti di vivere in un mondo virtuale, dove non solo si resta in contatto con svariati amici e conoscenti, ma dà la possibilità anche di restare aggiornati su quello che succede in tutto il mondo.

Questo però, oltre ad essere un servizio utile, potrebbe anche ingannare l'utente e renderlo vittima di notizie false o addirittura truffe online. Di recente infatti, proprio come pubblicato dalla testata Wired, sembrerebbe che sia ritornato di moda il phishing, ovvero una vera e propria truffa online, e che stia ingannando numerose persone che, credendo di accedere attraverso un ipotetico sito web inerente alla richiesta per l'esenzione del tanto odiato Canone Rai in bolletta, rilasciano dati sensibili senza accorgersi del rischio a cui potrebbero essere esposti. Le informazioni utili per importi, esenzioni e pagamento del Canone Rai, sono infatti disponibili attraverso il sito web dell'agenzia delle entrate ed i moduli reali, possono essere scaricati direttamente da quel portale.

La truffa che non passa mai di moda: il phishing

Si tratta di un metodo utilizzato da alcuni hacker e che trova rispondo oramai da anni.

I migliori video del giorno

Il phishing infatti, consiste nell'appropriazione di dati personali degli utenti attraverso una pagina web creata di proposito, ma che in realtà è fasulla. Spesso infatti, i casi di phishing sono stato rilevati attraverso l'invio di mail da parte di poste italiane, banche, o inerenti a contratti televisivi, ma che in realtà sono pagine web simili a quelle reali, ma totalmente false. L'invito alla truffa online, spesso è inerente ad un invito a confermare i dati personali al fine di evitare la sospensione di un servizio, l'utente ignaro del pericolo e spaventato di una ipotetica sospensione dal servizio, potrebbe asserire all'invito, regalando i dati e cadendo nella trappola degli hacker. Attualmente infatti, sono stati segnalati sui social network, dei link che invitano a cliccare al fine di richiedere l'esenzione del Canone Rai, cosa che in realtà è possibile fare solo attraverso il previsto modulo scaricabile dal sito dell'Agenzia delle entrate.