Oggi, giovedì 23 marzo 2017, a Milano all'età di novant'anni è morto il grande cino tortorella. Era stato l'ideatore del concorso canoro per bambini "Lo Zecchino d'Oro" e lo aveva condotto dalla sua prima edizione fino alla cinquantunesima, nel 2008. L'artista era conosciuto da tutti con il personaggio che interpretava, ovvero il Mago Zurlì, che era nato per caso durante un lavoro in teatro e poi dopo qualche anno, nel 1957, era stato portato anche sul piccolo schermo. In quell'occasione, Tortorella fece una trasmissione sulla Rai che prendeva il nome di "Mago Zurlì, il mago del giovedì", uno show fortemente voluto dal grande Umberto Eco.

Cino nel 2002 ottenne un riconoscimento molto importante, ovvero il "Guinness World Record" per aver presentato la stessa trasmissione per più tempo di chiunque altro nel resto del Mondo. Il Tortorella era anche un autore ed un regista televisivo, inoltre nel 1961 aveva creato e presentato una trasmissione per la televisione di Stato che si chiamava "Chissà chi lo sa?".

L'ultima apparizione di Cino Tortorella in televisione

La sua ultima apparizione in televisione è stata nel corso di una sua partecipazione al contenitore di canale 5 "Pomeriggio Cinque", condotto dalla partenopea Barbara D'Urso. Era dicembre del 2016: il Tortorella, in occasione di una puntata dedicata al mondo del misterico e all'aldilà, aveva raccontato la sua testimonianza, ovvero di essere stato due volte nel mondo dei morti e poi di essere ritornato.

Durante l'intervista, il presentatore dello "Zecchino d'Oro" aveva svelato che la prima volta si era svegliato all'interno di un ospedale circondato dai suoi familiari e dai medici. Secondo la sua testimonianza, in quei momenti si sentiva in una dimensione straordinaria e che non provava nessun dolore ma solo la pace interna.

Se volete conoscere altre informazioni sul compianto Cino Tortorella ma anche notizie dal mondo del gossip italiano, cliccate il tasto "Segui" posizionato in alto a destra sopra il titolo dell'articolo.