Duemila euro al mese: su questo si apre il dibattito della puntata di DomenicaLive del 2 aprile. In studio, la pornostar ed ex parlamentare Ilona Staller, in arte Cicciolina, che si lamenta che il suo vitalizio parlamentare non le basta per vivere. O meglio, duemila euro non gli bastano per mantenere suo figlio, Ludwig Koons.

I fatti

Ludwig, ventiquattrenne figlio della Staller e del miliardario statunitense Jess Koons, in studio si lamenta che duemila euro non bastano a lui e alla madre per vivere visto che il padre non li finanzia.

In onda, viene passato un servizio, montato dai giornalisti della redazione, basato su dichiarazioni che l'ex pornostar ha rilasciato in un'intervista, affermando, appunto, che mantenere un ragazzo di quell'età è costoso, che il suo unico figlio deve condurre una vita dignitosa, impossibile con soli duemila euro al mese. E mentre in studio tutti gli ospiti li criticano, lui continua a lamentarsi che il padre non lo aiuta dal punto di vista economico.

In fondo, con un padre milionario, chi non vorrebbe fare una vita alla Paris Hilton, tutta divertimenti e bella vita? Ma il signor Koons, come affermato anche da suo figlio, sarebbe anche disposto a pagare per lo stile di vita del ragazzo. E cosa vuole in cambio? Che Ludwig vada all'università, che studi.

E per il giovane sembra una cosa impossibile: lui vuole fare l'artista.

La rissa

Filippo Facci, ospite della trasmissione, come tutti gli altri, si scalda alle dichiarazioni.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie TV

"Situazione surreale, non potevo crederci. Ho sbagliato." Questa è la sua dichiarazione alla giornalista di Libero.

Nel dibattito si inserisce anche l'avvocato della Staller, Luca Di Carlo, e tra lui e Facci iniziano a volare frasi non proprio educate e parole che non sanno tanto di complimenti. Il tutto continua finché Facci non si alza e il circo mediatico raggiunge il suo culmine... mentre Barbara D'Urso urla alla regia di mandare la pubblicità.

Un circo mediatico in piena regola, insomma. E tutto per cinque minuti di popolarità per Ludwig che, poverino, vuole fare la vita del generale con lo stipendio del soldato. Che ha anche fatto richiesta di partecipare a dei reality ma che non è mai stato preso.

Cinque minuti di popolarità.

Gli basteranno o diventerà l'ennesimo ospite fisso dei salottini televisivi pomeridiani?

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto