Charice Pempengco non è un nome sconosciuto al pubblico italiano, anzi. Nel 2009, abbiamo visto la dolce cantante esibirsi e e deliziare il pubblico di "Ti lascio una Canzone", talent show per bambini condotto da Antonella Clerici su Raiuno. La ragazza ammaliò ed estasiò tutti cantando canzoni del calibro di "Listen" di Beyoncé, "My heart will go on" di Celine Dion (che, in seguito, avrebbe interpretato anche in duetto con l'artista canadese), "I will always love you" e "I have nothing" dell'indimenticata Whitney Houston.

Pubblicità

Proprio nel 2009, Charice fu notata addirittura da Michael Jackson, il quale stava anche pensando di ospitarla nei suoi concerti ma, sfortunatamente - come tutti sappiamo - il "re della musica pop" morì proprio quell'estate, e qualsiasi tipo di collaborazione, ovviamente, sfumò. Nel 2010, Charice Pempengco tornò a far parlare di sé partecipando alla famosa serie tv "Glee", facendo parte del cast per tre puntate (interpretava una studentessa straniera arrivata con uno scambio che, con la sua incredibile voce, mise a dura prova Rachel Berry, il personaggio di Lea Michele, ossia la protagonista e assoluta primadonna del telefilm).

Grazie a questa partecipazione, fece il pieno di popolarità anche negli States.

La cantante filippina tornò in Italia come ospite di un altro talent show canoro per bambini, ovvero "Io Canto" (spesso criticato perché considerato una sorta di clone di "Ti lascio una Canzone"), condotto da Gerry Scotti. Nel corso della sua esibizione, stupì persino Andrea Bocelli quando interpretò "Adagio" di Lara Fabian. Il tenore italiano, infatti, disse di lei: "Ne sentiremo parlare".

Però qualcosa non andava per il meglio e Charice, invece di esplodere definitivamente come avrebbe meritato, è sparita gradualmente dalle scene.

Pubblicità

La cantante filippina ha pubblicato ancora un album nel 2013 (il suo quarto, e al momento ultimo disco, "Chapter 10"), per poi riappare nuovamente nel 2014 da Oprah Winfrey, con una rivelazione in esclusiva, annunciando che "la mia anima è maschile".

Dopo 3 anni di silenzio, Charice - ora 25enne - è tornata sui social network con l'identità di Jake Zyrus: un nuovissimo look (ovviamente maschile) e, più forte che mai, ha annunciato al pubblico: "Non permetterò a nessuno di rovinare questo momento.

Non permetterò a nessuno di rovinare la mia felicità", ringraziando chi l'ha supportata in questo momento di transizione così delicato, ma altrettanto bello e rigenerante.

Una storia meravigliosa, così come lo sono tutte le storie di rinascita, perché delicate e così vere e profonde. Ancora non si sa se Jake Zyrus continuerà a fare musica, ripartendo da dove Charice ha lasciato, ma noi lo speriamo perché, uomo o donna, in entrambe le sue anime - quella passata e quella presente - c'è del talento.

Pubblicità