Era il 31 agosto 1997 quando l'auto su cui viaggiavano Lady Diana e Dodi Al-Fayed rimase coinvolta in un terribile incidente stradale. La morte della principessa del Galles resta ancora un mistero. In questi anni sono state fatte molte ipotesi, tra cui quella del complotto. Sono passati quasi 20 anni dal decesso di Lady Diana e, adesso, il giornalista di Paris Match, Jean-Michel Caradech, afferma che la vettura su cui viaggiavano Dodi e la principessa del Galles era da rottamare.

Pubblicità
Pubblicità

Era un veicolo che, secondo il giornalista, non riusciva a superare i 60 km/h. Ovviamente si tratta di un'ipotesi che dovrà essere confermata. Se, effettivamente, verrà accertato che quell'auto era un rottame, saranno guai per l'Hotel Ritz, di proprietà del padre di Dodi Al-Fayed.

Mercedes già coinvolta in un terribile incidente

Lady Diana e Dodi Al-Fayed si erano spostati con un veicolo pericoloso?

Pubblicità

Se lo stanno domandando in molti, in queste ore. La supposizione è stata lanciata dal giornalista Jean-Michel Caradech e condivisa dal fotografo Pascal Rostain, secondo cui quella vettura doveva essere rottamata perché era già rimasta coinvolta in un brutto incidente. Il veicolo si sarebbe ribaltato diverse volte. Rostain e Caradech hanno scoperto che quella Mercedes S280 venne rubata al manager di un'agenzia pubblicitarie e poi ritrovata dalle forze dell'ordine con evidenti danni e ammaccature.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Gossip

Dopo quel brutto episodio, la Mercedes doveva essere rottamata ma il titolare di un autodemolitore pensò di venderla all'agenzia che collaborava con l'Hotel Ritz. Rostain, Caradech e un altro giornalista hanno scritto un libro-inchiesta in cui sostengono l'ipotesi dell'auto da rottamare.

'Questa macchina bisogna distruggerla'

Rostain è certo che quell'auto pesante non avrebbe dovuto assolutamente circolare perché già coinvolta in un tremendo incidente.

Secondo il fotografo e i due giornalisti che hanno scritto il libro-inchiesta sulla morte di Lady Diana, una persona avrebbe detto al direttore dell'Hotel Ritz un paio di mesi prima del decesso della principessa del Galles: 'Questa macchina bisogna distruggerla. Oltre i 60 km/h è fuori controllo'. Parole al vento, a quanto pare. Quell'auto non venne rottamata, rappresentando il 'passaporto' di Lady Diana per la morte.

Pubblicità

Se venisse accertata la fatiscenza di quella Mercedes, l'Hotel Ritz sarebbe ovviamente ritenuto responsabile. E' inammissibile, infatti, far circolare un veicolo un pericoloso, tra l'altro già coinvolto in paurosi incidenti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto