Pioggia di insulti per la burrosa e sempreverde conduttrice televisiva Nigella Lawson, che questa volta commette un terribile errore, considerato dai suoi milioni di fan davvero imperdonabile.

Nigella, esperta in materia gastronomica e conduttrice di numerose trasmissioni di cucina, famosa per il suo modo di 'flirtare con il cibo', pubblica sul suo profilo facebook la ricetta della carbonara; fin qui tutto normale, se solo la coraggiosa conduttrice non avesse aggiunto un ingrediente alquanto discutibile: 'cream' ovvero panna da cucina.

Sul social la sentenza: non è una carbonara!

Sono veramente tante infatti, le piogge di critiche che sono comparse sul profilo della bella e procace conduttrice.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Anticipazioni Tv

Tra i commenti più audaci, quello di un italiano che, sul social, dopo aver criticato aspramente la ricetta, elencandone addirittura i 'veri' ingredienti, aggiunge: 'Con tutto il rispetto per voi esportatori di democrazia in tutto il mondo ma i vostri mega chef pluristellati, qui, nella vecchia Italia, potrebbero al massimo lavare i piatti!' Più mite il commento di un'ammiratrice, che dopo aver espresso il suo amore per la bella Nigella, non risparmia la stoccata finale.

In Italia si sa, toccateci tutto ma non la nostra tradizione culinaria!

Lo sa bene Carlo Cracco, che nella rinomata trasmissione 'C'è posta per te' in onda da diversi anni su canale 5 della conduttrice televisiva Maria De Filippi, suggerì la preparazione dell'amatriciana con l'aggiunta di uno spicchio d'aglio "vestito" tra i vari ingredienti. Stesso errore o quasi, ripetuto alcuni mesi dopo ma questa volta, in compagnia di un altro tycoon della gastronomia televisiva, Joe Bastianich. In una puntata di Masterchef infatti, l'americano Joe e poi, lo stesso Cracco, suggerirono ad un concorrente di usare la cipolla nella preparazione della 'gricia', altro piatto tipico della tradizione gastronomica romana, simile all'amatriciana ma senza l'aggiunta del pomodoro.

Il lauto suggerimento costò loro caro, tanto, da suscitare le critiche di Bruno D'alessio, fondatore della pro-loco di Amatrice, che in risposta ai due, affermò: 'Non è un problema di ricetta, se un grande chef vuole metterci l'aglio, l'alloro, la cipolla, il rosmarino, magari fa anche un piatto buonissimo.

I migliori video del giorno

Però, per favore, non la chiamino Amatriciana [...] Ecco, con l'aglio potrebbe essere un'ottima Cracchiana, ma con la nostra pasta non ha nulla a che fare'.

Ma la disastrosa Carbonara di Nigella non è l'unica a suscitare le ire del web. C'è già un precedente infatti, e si tratta della famosa carbonara alla francese pubblicata sul sito demotiveateur l'aprile dello scorso anno. Il sito francese mostra, in soli pochi secondi, come distruggere un piatto di pasta. Cipolla, pancetta e farfalle Barilla vengono fatti scaldare in una pentola con poca acqua; aggiunto poi, del pepe, del parmigiano, della panna e dell'erba cipollina. Infine, a decorazione del piatto, quasi a ricordare una 'sorpassata' tradizione culinaria, un tuorlo crudo nel centro. Feroci le critiche 'per questa impossibile ricetta'- com'è stata definita da un francese sul canale youtube del sito- 'che non posso chiamare carbonara' ha continuato, e scusandosi addirittura, a nome di tutti i francesi.

Una carbonara del tutto sbagliata quindi, lo sanno bene gli intenditori, che non ha nulla da invidiare, si fa per dire, a quella della procace Nigella!