Della serie a volte ritornano, e in questo caso stiamo davvero parlando di un programma tv che per anni ha rallegrato le serate degli italiani, prima con il conduttore storico Corrado Mantoni, poi con Gerry Scotti e, infine, con Flavio Insinna. Certo, negli ultimi anni la trasmissione aveva perso un pò di mordente, ma la casa di produzione sembra davvero decisa a farla ripartire alla grande.

La Corrida

Il programma inizialmente veniva trasmesso alla Radio, e questo fin dal 1968, a partire da una idea di Corrado Mantoni e del fratello Riccardo, valido regista. Poi, dal 1986 cominciò ad andare in onda in tv, su Canale 5, riscuotendo subito un grande successo.

Corrado ne rimase il 'mitico' conduttore fino al 1997, ma prima la malattia e successivamente la sua morte, portarono alla sospensione della trasmissione per diversi anni.

In seguito, nel 2002, La Corrida riprese vita, condotta prima da Gerry Scotti e quindi da Flavio Insinna. Infine, nel 2011 il programma venne definitivamente 'chiuso'.

La ripresa dopo la morte di Corrado Mantoni, era stata voluta fortemente dalla vedova, Marina Donato, che ora, con la casa di produzione Corima, si sta impegnando a fondo per una ripartenza in grande stile di una delle trasmissioni più simpatiche e gradevoli della storia della televisione italiana. Non è ancora certo, ma pare che la conduzione potrebbe essere affidata a Carlo Conti.

In ogni caso la trasmissione dovrebbe andare in onda su RAI Uno il venerdì sera, in prima serata, a partire dalla primavera 2018.

I casting

Futuro conduttore a parte, sono aperte le selezioni per partecipare al programma, e gli interessati possono far riferimento alla sezione casting del sito della Corima Produzioni, società gestita da Marina Donato, moglie del compianto Corrado.

I cosiddetti 'dilettanti allo sbaraglio' possono presentarsi come cantanti, poeti/attori, imitatori, fantasisti, ballerini, strumentisti. Peraltro, chi conosce bene il programma sa perfettamente che sono possibili tante variazioni sul tema o intrecci tra vari ruoli, nel senso che spesso in trasmissione si sono visti ballerini che cantavano, o strumentisti che erano al contempo imitatori, ecc.

L'importante è comunque possedere un sano senso di ironia e umorismo, unitamente alla capacità di non avvilirsi se si ricevono un pò di fischi dal pubblico presente in sala, non sempre particolarmente benevolo verso i concorrenti...

Segui la nostra pagina Facebook!