Perseguitata e offesa sui social network per aver reso pubblica la sua love story con claudio santamaria. La giornalista francesca barra ha raccontato l’assurda vicenda nel corso della prima puntata di Matrix Chiambretti. La scrittrice ha rivelato di aver iniziato a frequentare l’attore ‘grazie’ alla trasmissione di Canale 5. ‘Mi ha inviato a cena uscendo dagli studi del Palatino’. La trentanovenne ha scherzosamente affermato di aver accettato perché non era arrivata nessuna proposta da Chiambretti. A questo punto la professionista lucana ha rivelato un piccolo aneddoto su una precedente frequentazione con l’attore quando erano adolescenti.

‘Lui aveva 16 anni e io 11, frequentavamo la stessa spiaggia ed in una circostanza ballammo il nostro primo lento insieme’. In seguito Francesca Barra ha spiegato che i problemi sono iniziati quando la relazione con il quarantatreenne è diventata pubblica.

'Gravi illazioni sulla paternità di mia figlia'

‘Sottolineo che sono felice ma purtroppo questo sentimento non trova quasi mai il consenso e questa è la mia più grande tristezza’. La giornalista ha rimarcato che spesso fa più clamore una separazione che un tradimento. La scrittrice è entrata nei dettagli della delicata questione affermando di essere oggetto di insulti sui social network da parte di un funzionario della regione Basilicata. ‘E’ una persona che non conosco, forse ci siamo incrociati soltanto in occasione di qualche evento’.

La trentanovenne ha spiegato che l’uomo ha scritto grandi volgarità sula mia storia d’amore con Claudio. ‘La cosa più grave è che che ha fatto gravi illazioni sulla paternità di mia figlia’. In buona sostanza il funzionario avrebbe fatto intendere che il reale genitore sarebbe Santamaria.

'La regione Basilicata deve rimuoverlo'

‘Mio figlio ha undici anni e mezzo e questa vicenda l’ha turbato molto’. Francesca Barra ha sottolineato che i bambini non devono essere mai tirati in ballo in certe questioni. ‘Non starò zitta fin quando questo funzionario non sarà sollevato dal suo ruolo’. La professionista ha spiegato che si tratta di una persona socialmente pericolosa perché ha coinvolto in questa vicenda dei minori.

‘Questa storia deve diventare un precedente per evitare che altre persone si comportino allo stesso modo’. La giornalista ha riferito di avere minacce di stupro e di morte da un altro soggetto via Twitter. ‘Per fortuna ho al mio fianco un grande compagno. Io ho il mio Jeeg Robot d’acciaio’.

Segui la nostra pagina Facebook!