In questi giorni lo Zoo di 105 sta vivendo un momento molto difficile. Tutto è cominciato nel momento in cui DJ Giuseppe ha espresso delle aspre critiche nei riguardi della trasmissione, rea di aver lasciato andare in onda una bestemmia non censurata. A seguito di questo, ieri marco mazzoli ha comunicato sulla propria pagina facebook ufficiale la sua decisione di abbandonare l'azienda, generando un prevedibile malcontento.

Più tardi, però, la storica voce dello show più irriverente del palinsesto radiofonico nazionale ha deciso di realizzare una diretta per spiegare in maniera più approfondita agli ascoltatori come stiano veramente le cose.

Mazzoli: 'I problemi non riguardano né Mediaset, né Giuseppe'

Nel suo discorso ai fans, Mazzoli ha spiegato di aver preso sicuramente male la reazione del collega DJ Giuseppe, che a suo dire si è dimostrato il classico tipo che predica bene e razzola male, e che avrebbe potuto contattarlo privatamente piuttosto che scatenare una bagarre pubblica.

Ad ogni modo, Marco ha precisato che la colpa della sua scelta non sia dovuta né a questo, né al fatto che Mediaset l'abbia portato a dover fare dei compromessi, circostanza prontamente smentita. Indubbiamente alla decisione ha contribuito la scelta dell'editore di non mandare in onda un blocco tramite il quale Mazzoli avrebbe voluto replicare in maniera ironica all'attacco subito, ma dietro alla scelta di prendersi del tempo ci sono ragioni sicuramente più complesse e profonde.

La scelta di Marco: 'O tutti considerano lo Zoo prioritario, o è meglio dividersi'

Mazzoli, infatti, ha spiegato di non essere felice perché da tempo vorrebbe dare una svolta al programma. Ha spiegato di aver fatto diverse riunioni con lo staff senza però essere arrivato a dei risultati concreti: 'Ho sempre detto che, se non mi fossi più divertito, avrei pensato o di smettere o di fermarmi per un po', finché non avessi trovato gli stimoli per fare qualcosa che mi consentisse di sorridere'.

Marco si è scusato con chi lo segue in maniera fedele e ha dichiarato di non avere intenzione di abbandonare né gli ammiratori, né il programma che tanto ama ma di aver bisogno di fare chiarezza in se stesso e risolvere la confusione, sperando che la squadra riesca a considerare nuovamente lo Zoo non come il secondo lavoro ma come una priorità. In caso contrario, Mazzoli non esclude che la sua strada e quella dei colleghi possano dividersi e che lui possa andare a lavorare altrove, ad esempio a Radio Monte Carlo.

A questo punto, cosa succederà?

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto