La terribile disgrazia sembra ormai acqua passata per marco della noce. Il noto comico di zelig ha raccontato che cosa è accaduto in questi ultimissimi periodi. Sembrerebbe che la fortuna sia tornata dalla sua parte in quanto sarebbe riuscito a trovare un'abitazione, un lavoro e una soluzione per curare la depressione che l'aveva inghiottito lo scorso autunno. Insomma, anno nuovo e vita nuova per Marco che sarà senza dubbio migliore rispetto a quella vissuta prima.

Pubblicità
Pubblicità

Della Noce riprende in mano la vita: "Ora, ho un tetto sulla testa e un lavoro"

Marco Della Noce in un'intervista in esclusiva rilasciata al settimanale Spy, numero in edicola da domani venerdì 5 gennaio 2018. "Sono contento perché ora ho di nuovo una casa, un lavoro (allo Zelig Cabaret che farà ritorno il 12, 13 e 14 gennaio) e mi faccio aiutare per guarire dalla depressione nella quale sono affondato lo scorso autunno" ha dichiarato il comico.

Pubblicità

Inoltre, ha aggiunto che il dono di Natale più grande è stato recuperare il rapporto con i suoi tre figli con i quali ha trascorso in maniera serena le feste. Per quanto riguarda il rapporto con l'ex moglie, rimane distaccato e nullo: "Con lei rimane il silenzio totale. Lei fa ciò che la legge le permette di fare, ha anche un fratello magistrato. Io desidererei dei regolamenti sulle separazioni più imparziali nei confronti dei papà separati e che i magistrati lavorassero per trovare la soluzione ai conflitti, anziché per ampliarli".

Infine, ha chiosato affermando: "I miei amici comici mi hanno sostenuto molto, mi hanno anche pagato il soggiorno in hotel quando, dopo la disdetta esecutiva, ho dovuto alloggiare nella mia automobile. Però, non ho mai perduto la voglia di far divertire e di sorridere, ce l'ho nel patrimonio genetico".

La tragica storia di Della Noce: costretto a dormire nella sua automobile

La vicenda di Marco Della Noce, il comico di Zelig che ha imitato Larsen e Oriano Ferrari è stata raccontata dai diversi giornali italiani tra cui Il Giorno, Il Corriere della Sera, Repubblica e in una puntata di Domenica Live da Barbara D'Urso.

Dopo essere stato cacciato dalla sua casa di Lissone in provincia di Monza Brianza, incassando condizioni economiche precarie, è stato costretto a dormire nella sua automobile, aspettando un aiuto dalla assistenza sociale. La storia è cominciata con la separazione dalla moglie e la corretta richiesta degli alimenti per i due figli. Dopodiché, è arrivata la requisizione della partita Iva ed è così che il comico milanese è finito nella miseria e nel buio della depressione.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto