Claudio baglioni si prende definitivamente il Festival. Il presentatore è il protagonista assoluto non c'è nulla da dire. Tra canzoni di successo e gag divertenti insieme a Favino, Baglioni ha conquistato il pubblico e la Stampa. Ieri sul palco anche i Negramaro, James Taylor in duetto con Giorgia e Gino Paoli con un tributo a Fabrizio De Andrè. Tra gli altri ospiti anche Virginia Raffaele. Ma vediamo come sono andate le cose tra i cantanti in gara [VIDEO]

Le pagelle

Giovanni Caccamo "Eterno" 5: La melodia c'è, la tipica canzone sanremese pure. La voce non si è ancora capito. Il testo sembra un taglia-copia-incolla di grandi successi della musica italiana.

Alla fine del festival finirà probabilmente nel grande buco nero dimenticatoio che lo separa tra un Sanremo e l'altro. Finisce in fascia rossa, come ci si aspettava. Lagna.

Lo Stato Sociale "Una vita in vacanza" 9: La band bolognese ha conquistato il Festival. Proprio loro che vengono da una scena indipendente che non tocca quasi mai le frequenze radiofoniche sono riusciti a far ballare persino le poltrone. La "vecchia che balla" è il tormentone ufficiale della kermesse, si candidano seriamente alla vittoria o quantomeno al podio. Stasera si portano dietro il coro dell'Antoniano. Allegria.

Luca Barbarossa "Passame er sale" 6: la canzone romanesca ha sempre il suo fascino, Barbarossa è un bravo interprete. Fine.

Enzo Avitabile e Peppe Servillo "Il coraggio di ogni giorno" 5: Non aggiungono nulla alla prima scialba esibizione, speriamo di vedere quel passettino avanti questa sera quando saliranno sul palco con musicisti di primo livello.

Spinga signora, spinga.

Max Gazzè "La leggenda di Cristalda e Pizzomunno" 10: Il brano migliore del Festival. C'è la poesia, c'è la cultura, c'è la tradizione, c'è la musica e c'è anche un'ottima interpretazione. Porta a Sanremo una delle sue migliori canzoni di sempre, è maturo per la vittoria. Vincitore annunciato.

Facchinetti-Fogli "Il segreto del tempo" 5: Meglio della prima esibizione, ma ormai i due non ce la fanno più e si vede. Una faticaccia portare a termine un brano che evidentemente non è più nelle loro corde. Di sicuro non è nelle corde di chi vota perché li spedisce nella classifica bassa. Oasi dell'anziano.

Ermal Meta e Fabrizio Moro "Non mi avete fatto niente" 7: Vengono assolti dall'accusa di plagio. Si esibiscono e portano a casa la pagnotta. Il testo della canzone è pieno di retorica e autoreferenzialità, si mettono d'impegno e comunque rimane una delle canzoni più attuali in gara. Sono anche loro tra i favoriti ma c'è di meglio. Furbata.

Noemi "Non smettere mai di cercarmi" 4: Nella gara per arrivare ultima se la gioca con Caccamo, tutti gli ex Pooh e la sua compagna di merende Nina Zilli.

Ce la può fare.

The Kolors "Frida (mai mai mai)" 7: Il pezzo funziona ed è già un tormentone nelle radio. Se si lascia perdere l'assolo tamarro alla fine di Stash, può essere considerato uno dei pochi momenti di sveglia di questo festival. Buongiorno Sanremo.

Mario Biondi "Rivederti" s.v.: Sta davvero partecipando a questo Festival? Giuro che credevo che fosse un ospite internazionale. Di sicuro c'è che sia Sting che James Taylor cantano meglio in Italiano di quanto lo faccia lui. Talmente ininfluente che l'articolo di "Repubblica" stamattina nemmeno lo inseriva nelle classifiche provvisorie. Ritenta, sarai più fortunato.