Se la prima puntata di 'Sanremo 2018' è riuscita a registrare un'audience-record, nella storia della celebre kermesse musicale, la seconda puntata del 'Festival' verrà ricordata per l'assenza di Fabrizio Moro ed Ermal Meta.

Fabrizio è furioso e si sfoga sui social-media: ''Assolutamente ridicolo; Plagiare è copiare''

In data 7 febbraio 2018, è stata divulgata dai principali siti d'informazione la notizia della sospensione temporanea del brano 'non mi avete fatto niente' dalla gara del 'Festival di Sanremo 2018': nello specifico, il portale-web 'Altrospettacolo' ha reso noto le somiglianze esistenti tra il ritornello di 'Non mi avete fatto niente', canzone presentata quest'anno da Fabrizio Moro ed Ermal Meta', e il ritornello di 'Silenzio', canzone scartata da Sanremo nella sezione giovani dell'edizione 2016.

La canzone 'Silenzio' non sarebbe mai stata commercializzata. Resta il fatto che i rispettivi ritornelli, delle due canzoni oggetto della querelle mediatica esplosa nelle ultime ore, sono da considerarsi pressoché identici, ma ciò è dovuto all'autore unico del brano 'Silenzio', Andrea Febo, il quale putacaso è lo stesso autore del ritornello di 'Non mi avete fatto niente', canzone scritta e composta da Febo insieme al duo sanremese, formato da Fabrizio Moro ed Ermal Meta.

Secondo le disposizioni fornite dal regolamento di 'Sanremo 2018', è da ritenersi 'canzone nuova' una composizione (musica e testo) che non riprenda il 30% di un'altra composizione. Poche ore prima dello start della seconda diretta del 'Festival', è stata divulgata una nota emessa da parte dei vertici della rete Rai, che d'accordo con il direttore artistico del Festival, Claudio Baglioni, hanno reso noto il seguente messaggio: ''In attesa di approfondimenti sulla presunta violazione del regolamento, l'organizzazione del Festival ha deciso di rinviare a giovedì l'esibizione dei due artisti''.

Diverse ore fa, sui suoi profili social, il cantautore ribelle dal cuore romantico, Fabrizio Moro, ha deciso di rompere il silenzio circa la gogna mediatica che sta incombendo sul suo conto e sul conto di Meta così come sulla canzone presentata dal duo al 'Festival': ''Ciao ragazzi, credo sia ora di parlare. Abbiamo mantenuto una parte di quella canzone, per non sacrificare qualcosa di bello.

Plagiare significa copiare, tutto ciò è assolutamente ridicolo'', queste ultime sono solo alcune delle parole rilasciate per iscritto dal bello e tenebroso cantautore di 'Portami Via'.

Per la 'SIEDAS' non è 'plagio'

In uno degli ultimi tweet pubblicati dalla 'SIEDAS', 'Società Italiana Esperti di Diritto delle Arti e dello Spettacolo', è stato riportato per iscritto quanto segue: ''Nessun plagio e nessuna violazione del diritto d'autore: si tratta di un'autocitazione rispettosa del regolamento di Sanremo''.

Ebbene sì. Il brano 'Non mi avete fatto niente' può ritornare a concorrere nella gara dei 'Big', per la vittoria del 'Festival di Sanremo 2018'.

''A seguito delle valutazioni tecniche effettuate, Rai ritiene che non si debba escludere dalla gara la canzone di Ermal Meta e Fabrizio Moro, in quanto sussiste la novità della canzone come da regolamento in vigore dal 2013'', queste ultime sono alcune delle dichiarazioni riportate dai vertici della rete Rai, nel corso dell'ultima conferenza-stampa sanremese. Dunque, Fabrizio Moro ed Ermal Meta torneranno ad esibirsi sul palco di 'Sanremo 2018', a partire da oggi, 8 febbraio.

Durissimo è stato il giornalista Marco Mangiarotti del Quotidiano Nazionale, il quale ha commentato così l'affaire 'Non mi avete fatto niente': ''Non sono in grado di scrivere mezza canzone, portando un pasticcio.'' Il video di 'Non mi avete fatto niente' è riuscito in poco tempo a diventare tendenza su YouTube.