Nella notte tra domenica 4 e lunedì 5 marzo 2018 si è svolta la tanto attesa cerimonia degli Academy Awards. In questa novantesima edizione, a condurre la magnifica serata è stato nuovamente Jimmy Kimmel, uno degli host più amati dal pubblico mondiale per il suo late night show. Durante il red carpet, che ha preceduto la messa in onda della premiazione, le innumerevoli celebrities hanno potuto mostrare look e outfit mozzafiato, che resteranno nell'immaginario del pubblico mondiale. Tra le tante categorie, possiamo dire che quella principale, quella sempre più attesa, è per il "miglior film". Ecco cos'è successo in questa novantesima edizione degli Oscar.

Un'edizione particolare in un'annata particolare

In questo periodo tra l'annata del 2017 e quella del 2018, si sono verificate innumerevoli vicende che hanno scombussolato il normale ordine delle cose e che hanno scandalizzato milioni di persone in tutto il mondo. Piuttosto noto e risaputo è lo scandalo riguardo gli abusi sessuali, principalmente nell'universo cinematografico americano. La mancanza di Harvey Weinstein in questa edizione degli Academy Awards non poteva non essere menzionata, l'omertà non poteva far parte, anche quest'anno, della cerimonia. Jimmy Kimmel, come altri attori premiati durante la serata, si sono espressi in merito alla presidenza di Donald Trump, di per sé in cattivi rapporti con il mondo di Hollywood, dei fatti scioccanti che hanno riguardato l'America e il mondo intero, e dei numerosi scandali che hanno riguardato e che tuttora riguardano membri del settore cinematografico.

Il film di Guillermo Del Toro super apprezzato

Durante la novantesima edizione degli attesissimi Academy Awards, all'interno del celebre Dolby Theatre di Los Angeles le sorprese sono state parte integrante della serata. Tra i lungometraggi candidati nella categoria "miglior film", a trionfare è stato il progetto di Guillermo Del Toro "The Shape Of Water". Il regista messicano è riuscito a riportare tra i film vincitori di un Academy Award, il suo "La Forma Dell'Acqua", che rappresenta una svolta epocale per la storia degli stessi Oscar. Difatti, questo avvenimento segna il ritorno di un film di genere fantasy nella lista dei vincitori in "Best Picture". Lo scontro, tuttavia, è stato piuttosto agguerrito con l'avversario più temuto, "Tre Manifesti A Ebbing, Missouri" di Martin McDonagh, che comunque non è uscito a mani vuote dalla premiazione.

Restate aggiornati sulle novità di Cinema, televisione e gossip!