Stranger Things è una serie televisiva di fantascienza con sfumature horror e thriller che ha appassionato milioni di persone sin dal suo debutto sulla piattaforma di streaming [VIDEO] Netflix nel luglio del 2016. La serie statunitense ha già visto la realizzazione di una prima e seconda stagione e ha annunciato la messa in onda della terza.

Stranger Things: un cast stellare immerso negli anni ottanta

La forza e il successo di questa serie è da ricercare probabilmente in due fattori: l'ambientazione e il cast.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Anticipazioni Tv

La prima riporta i telespettatori nelle atmosfere degli anni '80 e dà la possibilità di tornare con la memoria indietro nel tempo, in quella piccola e misteriosa cittadina di Hawkins, dove un gruppo di ragazzi si ritrova a dover affrontare non solo i problemi relativi alla loro età e epoca, ma soprattutto eventi sinistri, macabri e terrificanti.

Winona Ryder è una madre coraggiosa e determinata ad affrontare la scomparsa del figlio e di tutto quello che scoprirà accanto ad un carismatico David Harbour, sceriffo della città. Ma Stranger Things è anche la serie che ha lanciato nuovi volti nel mondo della recitazione. I ragazzi che sono stati scelti sono ormai ricchi e famosi; si tratta di Finn Wolfhard, Gaten Matarazzo, Caleb McLaughlin, Noah Schnapp e la punta di diamante Millie Bobby Brown, corteggiata e scelta per altri ruoli nel mondo del cinema.

Stranger Things: denuncia di plagio

A pochi giorni dal ritorno delle avventure di Will e i suoi amici, il regista e produttore Charlie Kessler ha citato in giudizio i fratelli Duffer accusandoli di aver copiato il suo progetto. In una dettagliata documentazione presentata alla Suprema Corte di Los Angeles, Kessler ha spiegato che Matt e Ross Duffer hanno copiato la sceneggiatura di un film di sua creazione chiamato The Montauk Project.

Non solo. Kessler afferma di aver parlato ai Duffer di queste sue idee ad un party e questi ultimi ne hanno approfittato per realizzare la serie che conosciamo. La notizia sta facendo in poche ore il giro del mondo, a parlarne per primi The Hollywood Reporter e Deadline, il quale ha addirittura ricordato che, in effetti, all'inizio Stranger Things doveva chiamarsi proprio Montauk. I fratelli Duffer e la piattaforma Netflix [VIDEO] hanno scelto di non commentare quanto sta succedendo, ma è possibile confrontare la serie con il film di cui parla Kessler e notare, inevitabilmente, quanto la trama e i personaggi siano molto simili tra loro. Charlie Kessler ha chiesto, a seguito della denuncia, che i Duffer distruggano tutto il lavoro della loro serie tv e che provvedano a pagare i diritti di quanto "rubato". Come si evolverà questa spiacevole vicenda? Sicuramente gli sviluppi non tarderanno ad arrivare.