Isaiah Washington, lo storico interprete di Preston Burke in Grey's Anatomy, si è distinto negli anni per le sue dichiarazioni piccate nei confronti dei suoi ex colleghi e della produzione del famoso Medical-Drama americano. Proprio in questi giorni, in occasione di un'intervista rilasciata da Ellen Pompeo, l'attore è tornato a far parlare di sé attraverso una serie di Tweet con i quali ha risposto alle affermazioni della sua, ormai ex, collega.

Riprendendo le parole della Pompeo, la quale ha definito "tossico" il clima sul set delle prime stagioni", Washington ha invitato l'attrice a non tornare più sull'argomento in quanto, stando alle sue parole, non sarebbe la prima volta che dichiarazioni del genere danneggiano la sua immagine. Negli anni, pare infatti, che la cattiva pubblicità scaturita dalle voci riguardanti il suo, presunto, insulto a sfondo omofobo nei confronti di T.R. Knight abbia causato all'attore non pochi problemi.

Isaiah Washington: 'Ellen Pompeo è stata pagata per difendere Patrick Dempsey'

Indispettito dalle parole di Ellen Pompeo, Isaiah Washington - come riportato sul suo profilo Twitter - avrebbe, quindi, richiesto al settimanale Variety la possibilità di replicare alle insinuazioni della collega. Ignorato, l'attore ha quindi deciso di rivelare la sua verità tramite un Tweet con il quale ha affermato che "il clima tossico" al quale si riferiva la Pompeo era causato dall'atteggiamento di Patrick Dempsey.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie TV

Il volto di Derek Shepherd - stando alle parole di Washington - lo avrebbe infatti aggredito sia verbalmente che fisicamente ai tempi della terza stagione di Grey's Anatomy. Ecco le parole dell'attore:

"Sono stato aggredito sia fisicamente che verbalmente da Patrick Dempsey, ma mi è stato impedito di renderlo noto." Come se non bastasse, Isaiah Washington si è scagliato anche contro Ellen Pompeo accusandola di aver taciuto l'avvenimento in cambio di una grossa cifra pagata dalla ABC per non diffondere quanto accaduto: "Ellen Pompeo ha ricevuto una grossa somma di denaro in cambio della 'sofferenza e del dolore' causato dal comportamento tossico di Patrick Dempsey. Io non sono mai stato qualcuno con cui è difficile lavorare.

Sono sopravvissuto per 12 anni e non ho alcun problema a continuare la mia lotta sui social."

Washington accusa la ABC di razzismo?

Infine, Isaiah Washington - pur non dichiarandolo apertamente - ha lasciato intendere, tramite le parole di un suo portavoce, che il licenziamento dal set di Grey's Anatomy sarebbe avvenuto per questioni legate al colore della sua pelle. Ribadendo, ancora una volta, di non aver mai pronunciato alcun insulto omofobo nei confronti di T.R Knigth, l'attore sarebbe stato allontanato dalla produzione solo per la lite con Patrick Dempsey.

I vertici della ABC avrebbero, infatti, arbitrariamente deciso di licenziare Washington solo perché di colore.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto