In questo periodo di quarantena forzata per prevenire nuovi contagi da coronavirus sono molte le iniziative lanciate via web con specifico riferimento alle catene atte a coinvolgere numerose persone, come le challenge che rispondono ad un hashtag preciso.

Tra le ultime si segnala anche la challenge #dopolaquarantena, abbracciata da VIP e persone comuni e lanciata da Davide Locatelli, pianista e figlio di Tati, ex batterista dei Dalton.

La challenge #dopolaquarantena

Davide Locatelli ha dunque lanciato la challenge #dopolaquarantena, iniziativa che ha già coinvolto alcuni personaggi noti.

Uno dei primi è stato Francesco Facchinetti, che ha pubblicato un video tematico sul suo profilo Instagram il 16 marzo scorso. Tra gli altri il regista internazionale Neri Quagli e Alle Tattoo, primatista di oltre 10 Guinnes World Record nel settore del tatuaggio.

L'iniziativa #dopolaquarantena prevede la realizzazione appunto di un breve video, da pubblicare sui social network, nel quale elencare le cose che si intende fare finito questo periodo di emergenza e in particolare dopo la quarantena preventiva atta a prevenire nuovi contagi da Coronavirus cui tutta Italia è al momento soggetta.

L'hashtag #dopolaquarantena va inserito nel testo del post e, stando alle regole di funzionamento della challenge, come sottofondo al video può essere utilizzato il brano dello stesso Locatelli, Experience.

Mangiare una pizza, riabbracciare i parenti: questo quello che molti desiderano fare dopo la quarantena

Il giovane pianista Davide Locatelli ha invitato dunque i suoi fan e il web a raccontare, sulle note del suo nuovo brano Experience, cosa faranno dopo questi momenti vissuti tra le mura domestiche: 'Experience è nata 4 anni fa, quando in Italia il terremoto ha colpito Amatrice.

Ho voluto mettere in musica il dolore delle persone colpite da questo terribile evento, ma ho deciso di tenere nel ‘’cassetto'’ questo pezzo perché non lo sentivo ancora maturo' - ha dichiarato Locatelli nel corso di una nostra intervista - 'Il testo vuole suonare come un messaggio di speranza e insieme di malinconia'.

'E’ un’idea che ho avuto con Francesco Facchinetti, con il quale lavoro, nel voler provare a far immaginare alle persone cosa sarebbero potute tornare a fare dopo questo periodo di quarantena.

Voglio che sia messaggio di speranza e di sorriso per la comunità. Insieme, uniti, ce la faremo', ha proseguito il pianista.

In generale chi ha raccolto la challenge #dopolaquarantena ha affermato di voler tornar a fare un aperitivo con gli amici, di voler mangiare una pizza, di voler passeggiare liberamente sui Navigli di Milano, di voler riabbracciare famigliari lontani.

Il consiglio di Davide Locatelli

Come sta vivendo questa quarantena Davide Locatelli?

'Io fortunatamente, per ora, bene. Vivo a Bergamo e sapete che non ce la stiamo passando bene. Io personalmente cerco di dar forza alle persone più deboli a me vicine.

Se rispettiamo tutti le normative ne usciremo presto e torneremo alla nostra vita che d’ora in poi sapremo apprezzare con un volto diverso'.

Un consiglio per chi si annoia a casa?

'Ragazzi, non esiste annoiarsi a casa. Vedete questo momento come ‘un’occasione’ per poter sviluppare nuovi progetti o studiare qualcosa che vi possa portar beneficio futuro. Io entrando in questo mood vi garantisco che sto facendo molto più di prima e sto dando spazio alla mia creatività su nuovi pezzi. Non a caso, sto rispondendo a questa intervista alle 00.10, non ho avuto tempo prima'.

Segui la nostra pagina Facebook!