Veronica Satti è nata a Segrate (Milano) sotto il segno dei Pesci. È la figlia di Bobby Solo, dolce e ribelle, fragile e anticonvenzionale. Opinionista nei programmi di Barbara d'Urso e finalista del Grande Fratello nel 2018. Veronica è un'attivista della comunità LGBT+ e attualmente è protagonista della web serie Girls Like You, scritta e diretta da un'altra attivista arcobaleno, Rosy Di Carlo.

Veronica ha accettato di rispondere ad alcune domande in esclusiva per Blasting News.

'Personalmente penso che le giuste occasioni ce le possiamo creare in qualsiasi momento'

Ciao Veronica, come stai trascorrendo le tue giornate in questa prima parte di estate?

"Tutto bene, dai. Il mondo è inevitabilmente cambiato e io sto aspettando di capire se in meglio. Intanto sto a casa a scrivere o esco in barca con le amiche a farmi un bel bagno... ovviamente nuda".

Alcune persone hanno vissuto il lockdown, e continuano a vivere il distanziamento sociale, come una fase di riflessione introspettiva. È così anche per te?

"Sì, sicuramente questo periodo mi ha aiutato a riflettere su molti aspetti della vita di tutti i giorni. Siamo abituati a vivere in un mondo dove tutto ci sembra scontato, dovuto. E in questo periodo di lockdown ho imparato ad apprezzare le piccole cose, anche quei cinque minuti d'aria per buttare la spazzatura. E poi, come tutti, mi sono adattata. Ho avuto anche qualche storiella virtuale.

Cosa che oltretutto per me è sempre stata normale avendo avuto la mia ex partner lontana per i primi anni".

Immagina di avere la giusta occasione: cosa vorresti gridare e cosa vorresti sussurrare?

"Personalmente penso che le giuste occasioni ce le possiamo creare in qualsiasi momento. Comunque, griderei che siamo tutti uguali e sussurrerei forse qualcosa di molto importante ad una persona speciale...

Questo me lo tengo per me però!".

Una cosa a cui non puoi resistere? E una cosa che ti lascia indifferente?

"Una cosa a cui non posso resistere è dire sempre la mia anche quando dovrei stare zitta. Lo so, ma sono così: un po' punk (ride). Una cosa che mi lascia indifferente sicuramente sono le critiche non edificanti".

Parlaci di un tuo hobby

"Mi piace molto cucinare, infatti in questo periodo di quarantena in cui avevamo, per forza di cose, molto tempo libero, ho sperimentato molti piatti...

Posso dire che sono molto brava, da sposare (ride). Ma come si dice a Roma sono 'La Sora Camilla, tutti la vonno e nessuno se la pia!' (ride)".

Prova a pensare per un istante di poter disporre della macchina del tempo o della bacchetta magica. Cosa vorresti usare e per fare cosa?

"La bacchetta la scarto. Quindi, userei la macchina del tempo per tornare indietro e magari aggiustare qualcosa: non dare tanto a chi meritava poco, anche se complessivamente non mi pento di nulla. Sono stati soprattutto gli sbagli che ho fatto che mi hanno fatto capire molte cose della vita".

Veronica Satti: 'Non sentitevi mai sbagliati, perché la vera poesia si trova nell'imperfezione'

Parlaci delle tue emozioni e suggestioni nel recitare nella web serie Girls Like You.

"Girls Like You è stata la mia prima esperienza sul set. Non avevo mai recitato prima, e mi sentivo inesperta e agitata all'inizio. Poi, con l'aiuto di Rosy e tutto il team, tutto è andato per il meglio. È stato molto naturale, spontaneo e bellissimo. La risposta dal pubblico è stata molto forte. Sono veramente contenta che la storia di Chloe ed Elena sia piaciuta così tanto e che i messaggi che volevamo lanciare siano arrivati".

Parlaci di qualcuno in particolare dei tuoi tatuaggi.

"Ho un tatuaggio sull'indice e c'è scritto 'Blame', un monito: non giudicare mai. Sul polso invece ho una scritta che ho fatto uscita dalla clinica, per chi non lo sapesse sono autolesionista anche se ormai non ho comportamenti lesivi da tanto. Quel tatuaggio è una promessa a me stessa per ricordarmi che ho dei doveri anche verso la mia persona".

Veronica è?

"Veronica è libertà. Veronica è selvaggia. Veronica è forte e fragile, dolce e acida, un po' "bora" e chic. Veronica è tante cose, molte forse ancora devo scoprirle anche io. Sono in continua evoluzione e mi piaccio così".

Il tuo ultimo pensiero alla notte e il primo quando ti svegli?

"Il mio ultimo pensiero alla notte va alla mia famiglia e Gaia, mia nipote che vive a Roma, non ci vediamo da prima della quarantena e mi manca molto. Il primo pensiero quando mi sveglio, invece, sono i miei fan, o meglio, la mia family che mi supporta sempre. Devo dire che veramente mi hanno aiutata tanto in questi anni".

Guardiamo oltre, progetti per il futuro?

"Progetti ce ne sono, parecchi. Per il momento non posso anticipare nulla, anche perché molti non sono certi e stabiliti a causa di questa situazione.

Sicuramente ci sarà una svolta musicale e poi c'è in corso un progetto al quale tengo molto, dove scoprirete molto di me... Ci sto mettendo il cuore".

In chiusura di questa intervista, c'è una particolare riflessione che vuoi fare oppure un consiglio che vuoi esprimere?

"Consiglio a tutti di non sentirsi mai sbagliati, perché la vera poesia si trova nell'imperfezione, siete, siamo meravigliosi perché diversi gli uni dagli altri. 'Be kind be brave'. Un bacione".

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!