Per il secondo anno di fila, il Cancelliere tedesco Angela Merkel ha scelto l'italianissima isola di Ischia per le sue vacanze di pasqua, nonostante le spinose questioni economico-politiche in seno alla UE che in questi anni di crisi hanno visto la Germania configurarsi sempre più come "locomotiva" d'Europa, mentre l'Italia arranca per non precipitare nel baratro greco.

Che la Merkel voglia, in cuor suo, dare un piccolo contributo all'economia italiana oppure che si tratti di una semplice questione di mare, sole e paesaggi mozzafiato (materie in cui, abusi edilizi e meteo capriccioso permettendo, andiamo ancora alla grande)? Sospendendo il giudizio, sebbene il tempo non sia stato molto clemente in questo weekend pasquale, la scelta della Merkel indica sicuramente un buon fiuto per i luoghi di vacanza belli e rilassanti, senza per forza cedere alle mete extra-lusso.

La fama della più rinomata e costosa Capri spesso oscura le bellezze di Ischia la quale, tuttavia, non ha nulla da invidiare alla piccola vicina in quanto a potenzialità attrattive. Il luogo in cui ha soggiornato la Merkel è Sant'Angelo d'Ischia, la località più suggestiva dell'isola: affacciata sul mare, interamente pedonale e collegata ad un isolotto che si configura come la punta più meridionale dell'isola. Nei dintorni abbondano le sorgenti termali. Alle eleganti strutture e parchi termali sorti sul luogo, vi sono baie e spiagge con vasche naturali di acqua calda, grazie soprattutto al fenomeno delle "fumarole", emanazioni di gas vulcanico dal sottosuolo.

Al centro dell'isola, infatti, si erge il Monte Epomeo, un vulcano ormai spento su cui è possibile fare escursioni con percorsi differenti che partono da diverse parti delle sue pendici. Se si riesce ad arrivare alla sommità, la vista mozzafiato è garantita, poiché abbraccia sia l'intero Golfo di Napoli, sia quello di Gaeta.

Anche il nord dell'isola, benché non sia stato la meta privilegiata della Merkel, riserva alcune sorprese. A Forio, nella parte nord-occidentale, si può visitare il grande giardino La Mortella, un parco ricco di specie vegetali provenienti da ogni parte del mondo, rilassante e suggestivo, voluto negli anni '60 da Susana Walton, moglie del compositore inglese William Walton. A Ischia Ponte, nella parte nord-orientale, invece, la maggiore attrazione culturale è il Castello Aragonese, costruito su un promontorio nato da un'eruzione in tempi lontanissimi e collegato artificialmente alla costa, proprio come l'isolotto di Sant'Angelo. 

Meta di relax, Ischia offre dunque molte opportunità di vacanza a contatto con la natura e la storia, e può soddisfare sia i desideri del turista facoltoso, sia i bisogni di chi cerca un luogo suggestivo, ma, allo stesso tempo, a buon mercato, essendo più grande e meno inflazionata della vicina Capri.