Qualcuno si sarà chiesto perché ho citato così tante volte il capitano Cook; l'ho fatto perché ho a cuore la vostra salute. Ricordo che il grande esploratore morì pugnalato da un indigeno alle Hawaii; ma la sua non fu la morte eroica che ci è stata tramandata per secoli: in realtà, il coraggioso uomo di mare era giunto alle Hawaii dopo aver tentato più volte ma inutilmente, di superare lo stretto di Bering.

Dopo quello smacco, Cook cominciò ad accusare forti dolori allo stomaco (ulcera?) e a mal sopportare l'equipaggio. Quando gli indigeni rubarono una scialuppa della sua nave, il capitano, anziché trattare, com'era consuetudine, in preda all'ira spianò le armi e molti dei suoi cominciarono a sparare; un indigeno nel tentativo di fermarlo, lo ferì mortalmente con un pugnale.

Cosa vuol dire? Semplice: se rientrate da una crociera insoddisfatti, il rischio di una ulceretta è in agguato e può spingervi a peggiorare il vostro simpatico, gentile, amorevole carattere.

E vi assicuro che succede, anche senza aver fallito il tentativo di superare lo stretto di Bering. Ed una crociera - anche a costi contenuti - che parli del "Mediterraneo meraviglioso" promettendo che so, Savona, Barcellona, Palma di Maiorca o Tunisi, o Civitavecchia e ritorno a Savona…francamente a me farebbe venire una piccola, dolorosa, lesione allo stomaco e non solo a quello; perché, l'isola di Vulcano, Stromboli, Lipari, Salina, Filicudi, Alicudi… non sono il Mediterraneo, o, meglio, il meraviglioso Mediterraneo?

Sono luoghi dove il tempo non ha violata la bellezza e dove quasi ogni roccia, quasi ogni spiaggia raccontano storie meravigliose…luoghi che ispirarono e ancora ispirano poeti, narratori, cineasti… arrivarci è facile e poco costoso: basta organizzarsi un poco prima, per evitare di sentirsi rispondere "tutto prenotato".

I migliori video del giorno

Adesso immagino che vorreste avere un indicazione di costi, o una organizzazione di un viaggio; non lo posso fare perché potrei essere sospettato di essere un mercenario, un venduto alle agenzie di viaggio o alle compagnia di navi-traghetto. Cercherò tuttavia di fornirvi tutte le indicazioni per prendere la buona strada ma soprattutto scriverò per chi, quelle isole non conosce nella loro straordinaria bellezza, e ricorderò le spiagge nere di Vulcano e la storia e di musei che giacciono troppo dimenticati e che invece meritano tutta la nostra attenzione,quella che accorderemmo loro senza esitazioni, se anziché arrivare con un traghetto sbarcassimo in quel luogo da una nave con mille passeggeri a bordo.

Possiamo dunque cominciare a tradurre almeno in parte la raccomandazione del saggio Lin YuTang, ("L'importanza di vivere" Milano 1945): " Buon viaggiatore è chi non sa dove andrà; perfetto viaggiatore chi non sa donde venga.". Sarà orientale ma c'è dentro anche molto di Stendhal e del suo modo di interpretare la bellezza.

E la bellezza di quelle isole ci farà il dono di considerare con indifferenza da dove siamo partiti e l'inutilità di sapere chi siamo.

Film da vedere per farsi una prima idea: Caro Diario, (1993, regia di Nanni Moretti) - Il postino ( 1994, regia di Michael Skàrmeta, ultimo film di Massimo Troisi). #vacanze estive #Cinema