Il desiderio di molti finalmente è divenuto realtà: si potranno accendere in aereo gli #Smartphone, i pc, i #tablet e gli e-reader.

Lo rende noto John Alborante, il manager di Ryanair per l'Italia, rispondendo così lo scorso 7 febbraio, durante un'intervista: "Stiamo lavorando molto per migliorare il nostro servizio per tutti i nostri clienti e l'approvazione di oggi dei dispositivi elettronici portatili è l'ultima di una serie di cambiamenti che, sappiamo, i nostri passeggeri apprezzeranno".

Sarà quindi possibile viaggiare con i dispositivi accesi dal decollo all'atterraggio, con un'unica precauzione: impostarli nella modalità "in volo", meglio nota come "offline".

Un'iniziativa che senz'altro farà piacere alle migliaia di persone che ogni giorno per lavoro, svago, famiglia o salute si imbarcano sugli aerei della nota compagnia low cost.

Questa decisione è stata presa dalla AESA (Agenzia euopea sicurezza aerea) lo scorso 9 dicembre, ed è effettiva dal 7 febbraio.

Un'altra strategia questa per rendere il servizio più confortevole, probabilmente per compensare i problemi di "spazio" noti per questi aerei: troppo stretti e quindi poco adatti ai viaggi troppo lunghi o a chi ha problemi di sovrappeso. Un motivo in più per i genitori per portare con sé i più piccoli (e ribelli!): spesso basta loro un tablet per ritrovare la calma.

Per questo, lavorare, sfogliare un e-book, scrivere, scattare e correggere fotografie, giocare e molto altro ancora, non sarà più un problema durante le ore di volo su Ryanair.

I migliori video del giorno