Passaporto "sprint", o quasi. Fa parte dei ricordi, ormai, la lunga attesa per ottenere il passaporto, pur tenendo conto che, negli ultimi anni, vi è stato un sensibile abbattimento delle attività burocratiche legate al rilascio del documento, con tempi di definizione della pratica, dalla domanda al rilascio, mediamente valorizzata intorno ai 30-40 giorni. Ora, grazie a un accordo stipulato tra la Polizia di Stato e Poste Italiane, la consegna del passaporto appena rilasciato potrà avvenire direttamente a casa, mediante invio assicurato contrassegno (costo € 8,20). Questa attività sarà di prossima sperimentazione nelle Questure di Roma, Bari e Verona, nonché in alcuni commissariati "di provincia", con successiva estensione del servizio, che parrebbe trovare il consenso dei cittadini, nonostante il costo aggiuntivo, soprattutto di quelli che non risiedono nelle vicinanze della Questura competente per territorio.

Peraltro, come avviene ormai per tutta la corrispondenza assicurata (ma anche per le spedizioni di molte tipologie di raccomandate e pacchi), sarà possibile monitorare lo stato delle spedizioni, da parte del cittadino, sul sito di Poste Italiane (non è dato sapere, al momento, se sarà possibile anche su quello della Polizia di Stato), utilizzando un codice che sarà consegnato in Questura all'atto della richiesta del passaporto a coloro che intendono fruire del servizio di recapito a domicilio.

L'iniziativa si colloca nella più generale rivisitazione del rilascio dei passaporti, oggetto di recenti modifiche normative, amministrative ed economiche, ivi compresa l'imposta di bollo. Inoltre, va tenuto presente che questo documento per l'espatrio, benchè in molti Paesi sia possibile andare solo con la carta di identità, sta diventando oggettivamente necessario anche in questi ultimi luoghi, considerato che - soprattutto per motivi di sicurezza - il rilascio del passaporto, al contrario di quanto avviene per la carta di identità (atto dovuto al cittadino e indispensabile per la verifica dell'identità), è sottoposto a preventive verifiche sul soggetto richiedente da parte della Polizia di Stato.

I migliori video del giorno