Sempre più persone scelgono di programmare le vacanze senza affidarsi a un esperto, soprattutto coloro che programmano una vacanza al mare. In base ai dati di Ipsos e Tripadvisor solo due persone su cinque si rivolgono ancora a un'agenzia di viaggi per organizzare e prenotare le proprie vacanze al mare. Questa scelta però, il più delle volte presenta dei grossi rischi.

Cosa accade spesso sul web

Sempre più spesso, quando si naviga sul web, capita di imbattersi nell'annuncio relativo all'affitto della casa perfetta. Dalla descrizione e dalle foto pare che la casa si trovi proprio in riva al mare, con un panorama mozzafiato e a un prezzo davvero allettante.

Ma purtroppo i sogni non sempre diventano realtà e quindi ci si rende conto, forse troppo tardi, che si trattava di una bufala. L'appartamento in realtà non esiste, o è già stato affittato o addirittura è di proprietà di una famiglia ignara che l'annuncio della loro casa vacanze sia on-line.

L'autotutela

Su questo tema si esprime Alessandra Belardini ( vice questore aggiunto della Polizia Postale ) che invita tutti coloro che prenotano le proprie vacanze on-line ad autotutelarsi. L'autotutela è importante perchè una volta inviato il denaro al truffatore, è complicatissimo recuperarlo. In un solo anno sono arrivate più di 80.000 denunce per questo genere di truffe e nella stragrande maggioranza dei casi, non solo non sono stati recuperati i soldi, ma è parso addirittura inutile aprire le indagini.

I migliori video del giorno

Come evitare le truffe

Il vice questore della Polizia Postale ha anche dato anche alcuni suggerimenti per cercare di evitare le truffe. La regola numero uno, è quella di diffidare dei prezzi troppo bassi. Anche una caparra troppo bassa, potrebbe essere un segnale di allarme, soprattutto se dovesse essere inviata su carta postale o su servizi come Money Transfer. La regola numero due è di non affittare appartamenti, se prima non li avete visti. A tal proposito sarebbe buona norma contattare un'agenzia pro loco e assicurarsi che l'appartamento in questione sia davvero in affitto. La regola numero tre, è di diffidare di coloro che tra i contatti forniscono solo numeri di cellulare e si rifiutano di darvi un recapito fisso. E se tutti questi consigli non dovessero bastare, la Polizia insieme a eBay, ha istituito il portale venderesicuro.it dove sono riportate le truffe più diffuse.