Ha fatto il giro del web, a partire dalle prime ore di questa mattina, un video che raffigura un uomo che viene letteralmente rimosso dalla poltroncina dell’aereo che avrebbe dovuto portarlo da Chicago nell'Illinois a Louisville, nel Kentucky. L'inconveniente è frutto dell' "#overbooking", ossia il fenomeno dell’eccedenza delle prenotazioni rispetto alla reale disponibilità di posti, ed è una pratica abbastanza diffusa tra diverse compagnie aeree.

Le immagini del video

L’episodio si è consumato sul volo 3411 diretto da Chicago a Louisville ed è stato filmato da un altro passeggero, seduto qualche fila più avanti del malcapitato protagonista del video.

L’uomo ha poi postato il video sul suo profilo #Twitter. La scena raffigura un passeggero che viene strappato via con forza dalla sua poltroncina per mano di alcuni uomini della sicurezza, che lo trascinano lungo il corridoio nonostante le sue grida, mentre qualche voce spaventata in sottofondo prega che non gli venga fatto del male. La compagnia aerea, che corrisponde al nome di “United Continental Holdings”, ‘cinguetta’ un post su Twitter per chiarire la situazione. Il volo che sarebbe partito da Chicago per raggiungere Louisville sarebbe stato vittima del fenomeno dell’overbooking, e una volta che gli steward avrebbero informato il passeggero della situazione, egli sarebbe diventato aggressivo, rendendo così necessario quel violento intervento. In ogni caso la compagnia si sarebbe scusata per l’inconveniente.

La reazione del web

Nel giro di pochissime ore il video ha raggiunto oltre le 7.000 condivisioni, diventando virale al punto tale da generare l’hashtag #flight3411.

I migliori video del giorno

In questo modo i passeggeri testimoni dell’avvenimento e non solo, hanno espresso il loro disappunto, augurandosi che episodi del genere possano non venirsi a realizzare in futuro. Tuttavia l’uomo, che si è scoperto fosse un dottore di ritorno nella sua città d’origine, non è stato l’unico malcapitato colpito da questo fenomeno. Secondo ciò che la compagnia aerea ha dichiarato, molti dei passeggeri sarebbero stati informati della situazione già in posizione di check-in, ma nessuno di essi ha creduto che il suo posto 'avesse un doppione'. I responsabili del volo della compagnia allora, avrebbero dovuto fare affidamento ad un computer che ha selezionato in modo casuale i passeggeri vittima dell'overbooking che avrebbero dovuto lasciare l'aereo. Per loro dovrebbe essere previsto un volo nella giornata di domani.