Il passaporto elettronico è il primo documento che si mette in valigia quando si viaggia. Dal 2006 il passaporto elettronico ha sostituito definitivamente quello cartaceo, che veniva rilasciato dalla Questura della Repubblica.

Il passaporto elettronico ha rappresentato una novità rispetto a prima, dato che si tratta di un libretto di 48 pagine fornito di microchip, a modello unificato, che viene rilasciato a tutti i cittadini che lo richiedano. In ogni caso deve essere sempre richiesto presso questure, consolati, o rappresentanze diplomatiche. La sua funzione è sempre l'identificazione del suo possessore mediante dati anagrafici, foto, e impronte digitali.

Modalità e tempi di consegna del passaporto elettronico

La polizia di Stato ha recentemente redatto un vademecum sui propri siti relativo alle modalità con cui è possibile richiedere il passaporto elettronico.

Innanzitutto è possibile scaricare il modulo di richiesta del passaporto (distinto a seconda che venga richiesto per maggiorenni o minorenni), che deve essere consegnato in questura insieme si propri documenti di identità. I tempi di consegna dello stesso possono variare da 4 a 5 giorni (nei periodi ordinari) fino ad arrivare a due o tre settimane nei periodi estivi.

I costi e gli adempimenti amministrativi

Insieme alla documentazione è necessario presentare anche la ricevuta di pagamento dell'importo di 42,50 euro (con un bollettino intestato al Ministero dell'Economia e delle finanze- dipartimento del Tesoro).

I migliori video del giorno

Il contrassegno amministrativo ha invece un valore di 73,50 euro, mentre la tassa annuale governativa del passaporto ordinario non è più dovuta a partire dal 2014 (art. 5-bis del decreto legge n. 66/2014). Il rilascio del passaporto è gratuito in alcuni casi in cui il soggetto viene considerato emigrante o indigente.

Per quanto riguarda il rilascio del passaporto per i minori, è necessario l'assenso di entrambi i genitori. Dal 2 giugno 2012 i minori sono provvisti di un proprio passaporto elettronico individuale. In tale caso le impronte digitali vengono prese anche ai minori che abbiano compiuto i 12 anni d'età.

Dal 2004 è inoltre previsto il rilascio del passaporto anche per gli animali domestici (cani, gatti e furetti), che viaggiano nei paesi europei, come stabilito dl Regolamento dell'Unione europea. Tale passaporto deve essere rilasciato dall'Asl.