Nell'immaginario collettivo, Amsterdam è la città del divertimento notturno, la terra promessa degli spiriti liberi alla ricerca di trastulli decisamente poco spirituali. La capitale dei Paesi Bassi, costruita su una rete di canali artificiali, vanta uno dei palcoscenici più belli d'Europa: il centro storico, con le tipiche case inclinate dalle facciate diversificate per colori e rivestimenti, dal 2010 è stato dichiarato Patrimonio dell'umanità dall'Unesco. Che Amsterdam sia una città accogliente lo si capisce sin dall'arrivo all'aeroporto internazionale di Schiphol, a sud della città, presso il quale atterrano diverse compagnie - anche low cost - dai principali scali italiani.

Nella capitale olandese, così come in tutte le altre città del Paese, un occhio di riguardo è dedicato all'ambiente. Infatti il lungimirante architetto Maurice Mentjens ha creato, all'interno dell'aeroporto, un vero e proprio parco sostenibile di circa 20.000 metri quadrati, dove i turisti possono vivere un'esperienza ribattezzata come realtà mista: immagini di parchi proiettate sui muri mentre, in sottofondo, i suoni della natura rilassano l'orecchio del viaggiatore comodamente seduto su riproduzioni di tronchi d'albero. L'Airport Park è il luogo della fusione di materiali, di tecniche ambientali ed architettoniche, che legano il passato al presente.

Dall'arte fiamminga al museo del condom

Amsterdam è una città culturalmente poliedrica, nella quale sorgono diversi musei: i più noti sono il Rijksmuseum, dove si possono ammirare i capolavori dell'arte fiamminga; la casa-museo - l'alloggio segreto - di Anna Frank ai nr.

I migliori video del giorno

263-265 lungo il "canale del Principe"; il Van Gogh Museum, invece, è la tappa obbligatoria per chi desidera guardare da vicino capolavori come "I mangiatori di patate" ed "I girasoli".

Destinazione Condomerie, invece, per i meno bigotti. Il nome del museo non lascia spazio all'immaginazione, o forse ne lascia davvero tanta perché, al 141 di Warmoesstraat, oltre ad ammirare condom che sono delle piccole opere d'arte, si possono commissionare dei preservativi personalizzati. Nel quartiere a luci rosse di Amsterdam, Condomerie è una vera e propria istituzione, anche e soprattutto per l'importanza storica e culturale per la prevenzione dell'HIV. Infatti la mission di questo progetto è proprio quella di dare una comunicazione efficace ed immediata sulle malattie trasmissibili sessualmente e, al contempo, facilitare la vendita dei profilattici.

Amsterdam al tramonto

Ma la vera bellezza di Amsterdam la si scopre al calare della sera, quando il sole sembra voler entrare nell'acqua dei canali, mentre i locali all'aperto pullulano di olandesi dai capelli color cenere che, gentili ed in un inglese perfetto, si soffermano a parlare con i viaggiatori affamati di cultura locale, curiosi di imparare parole ed usanze del luogo.

I turisti, invece, girano la città a bordo di barchette che offrono servizio bar nelle calde giornate estive. Nessuno lo dice, pochi lo scrivono, ma la vera scoperta è che Amsterdam è romantica soprattutto negli scorci meno turistici, in certi vicoletti scovati più per scarso senso di orientamento che per scelta.

Al tramonto, la capitale olandese è la meta ideale per proporre alla vostra dolce metà un futuro insieme. È la città del "sì, lo voglio", difatti non è raro trovare coppie provenienti dalla Cina o dal Giappone che si uniscono in matrimonio tra i navigli. Stanchi del tour nella città di re Guglielmo? Allora potete prendere il treno e recarvi nel vero paradiso d'olanda - dal nome impronunciabile per i non addetti ai lavori - Zaanse Schans, la cittadina dei mulini a vento. Inoltre non dimenticate lo shopping: sono d'obbligo gli zoccoli in legno e le ceramiche blu di Delft.