I 18enni potranno raggiungere i Paesi dell’Unione Europea attraverso dei viaggi gratuiti. Il progetto sarà attivo cominciando da questa estate ed i neo-maggiorenni avranno la possibilità di viaggiare per un massimo di 30 giorni. La notizia ufficiale è stata annunciata dal commissario europeo per l'istruzione e la gioventù, Tibor Navracsics. Questa iniziativa, che si applicherà anche negli anni successivi, darà la possibilità a tutti i 18enni di poter viaggiare gratuitamente verso tutti i Paesi dell'Unione Europea. Secondo le prime previsioni, durante il 2018 potrebbero partire tra i 20-30 mila appena maggiorenni.

Come funzionerà questo progetto?

Esistono alcune regole e servono alcuni requisiti per avere questa possibilità. Secondo i responsabili di questa iniziativa, possono partecipare tutti i cittadini europei che compiono 18 anni entro il primo luglio 2018. Sono annunciati due periodi in cui verrano approvate le richieste, il primo sarà il 12 e il 26 giugno, mentre il secondo periodo sarà nei mesi successivi, fino alla fine di questo anno.

Dopo le richieste, saranno ammessi i ragazzi che avranno tutti i requisiti e potranno viaggiare gratuitamente verso qualsiasi Paese dell'Unione Europea, fino a 30 giorni. Il progetto che è costato al Parlamento Europeo ben 12 milioni di euro, prevede principalmente dei viaggi in treno. Ci saranno però anche dei casi particolari, come per le persone diversamente abili, oppure per le aree più remote, dove si potrà effettuare il viaggio anche con altri mezzi di trasporto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Offerte Di Lavoro Scuola

L'obiettivo di questa iniziativa

Secondo il commissario europeo per l'istruzione Navracsics, l'obiettivo di questa iniziativa è di ''stimolare i viaggi verso zone meno sconosciute''. Lui ha anche sottolineato il fatto che l'iniziativa, per il periodo dal 2021 al 2027, avrà un ampliamento di dotazione di 700 milioni per renderlo più aperto e inclusivo. In poche parole, si sta insinuando che si tratta di un piano a raggio lungo e che diventerà permanente negli anni successivi.

Un piano che verrà sempre migliorato cominciando dai primi 18enni ammessi, che avranno la possibilità di viaggiare cominciando da quest'estate. Uno dei promotori di questo progetto, l'eurodeputato István Ujhelyi, ha spiegato anche l'altro obiettivo importante che avrà questa iniziativa. Nei piani del Parlamento e della Commissione dell'Unione Europea, l'opportunità di movimento in facilità potrà rinforzare i legami tra i Paesi membri.

Secondo Ujhelyi, grazie a questo progetto si potrà combattere anche l'euro-scetticismo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto