Alexa
More
Iscriviti al canale
Tullio Pargalia
Francesco Littera
Pinco Pallo
Lucio Aapostolico
Luca Plona
Giovanni Musco
Roberto Ricci
10 Iscritti al canale
Iscrivendoti, riceverai aggiornamenti giornalieri su Inter
Voglio ricevere aggiornamenti su Inter
Mostra al mondo la tua passione
Gestisci un canale per Blasting News e inizia a guadagnare.
Cosa ti appassiona?
Raggiungi un'audience più grande
Sei una figura pubblica, un'agenzia media o un influencer famoso?
Richiedi un invito per gestire il tuo canale

Nero come la notte, azzurro come il cielo. I colori della passione Inter

L'Inter non è una questione di semplice tifo. I colori nerazzurri sono spesso un' appartenenza , una fratellanza in ogni angolo d'Italia e del mondo. Tale è il senso di questo canale.

Qui troverete tutto ciò che riguarda il mondo Inter. Con l'affetto del tifoso ma con l'obiettività del giornalista che non appartiene ai mainstream, che molto contribuiscono a dare un immagine distorta dei nerazzurri.

Il canale nasce in un momento delicato. Dal 2016 la società è stata acquisita dal gruppo cinese Suning e tutti noi ci aspettiamo che i sacri colori nerazzurri, ritornino ai successi che hanno fatto entrare l'Inter nella storia del calcio mondiale.

Dopo la tempesta dello scorso anno- De Boer,Pioli,Vecchi- che ci hanno fatto tornare ai tempi di morattiana memoria della sostituzione di allenatori come calzini la ricostruzione è stata affidata a Luciano Spalletti.

L'ex tecnico della Roma, al di là dell'inarrivabile Diego Simeone- almeno per ora- è stata la scelta più idonea. Con la squadra capitolina ha fatto degli autentici miracoli. Subentrando a Rudi Garcia e nella scorsa stagione, conquistando un secondo posto a sole quattro lunghezze dalla Juventus e superando un Napoli decisamente ben più attrezzato. Sia negli anni 2005-2009, quando la Roma contendeva scudetti e trofei nazionali alla corazzata Inter.

La partenza dell'Inter è stata promettente : secondo posto in classifica e solo due goal subiti. La filosofia del tecnico di Certaldo ha due perni, coesione ed appartenenza. Su questa strada ha ricondizionato giocatori sul piede di partenza come Perisic e Nagatomo, ha tenuto in rosa il discusso Ranocchia difendendolo dagli strali dei tifosi, durante il ritiro in Trentino.

Tatticamente Spalletti sta ripercorrendo il modulo utilizzato a Roma ma gli attori sono ovviamente differenti ed i risultato è ancora un cantiere aperto

Le due ultime partite contro Crotone e Bologna, non hanno colpito particolarmente per brillantezza del gioco anche se per motivi distinti. Contro il Crotone l'Inter ha affrontato la classica squadra tosta che lotta per la salvezza. Un pullmann dietro la linea di centrocampo, difficile da scardinare.Un campo ostile non solo dal punto di vista ambientale ma anche dal punto di vista fisico, visto l'alto numero di crampi e infortuni muscolari da entrambe le parti ed un clima ancora torrido.

Il Bologna invece ha messo sotto i nerazzurro praticando un pressing asfissiante che ha impedito alla squadra di uscire palla al piede dalla propria area. Certo i dettami tattici del mister sono importanti ma evidentemente la mancanza di verticalizzazioni a per premiare i numerosi scatti di Icardi hanno reso assolutamente velleitario l'attacco interista .

Ed ora Lucianone sta meditando anche sul 4-4-2 per il match contro il Genoa e sopratutto su alcune modifiche in rosa. Eder al posto di Candreva , il rientro di Gagliardini per far rifiatare Borja Valero mentre sono ancora in ballottaggio Dalbert e Nagatomo