Si svolge questo sabato 28 gennaio l'assemblea nazionale organizzata da L'Altra #europa con Tsipras dal titolo "Il mondo sta cambiando".

L’incontro pubblico si terrà a Roma in Largo dello Scoutismo n.1, nei pressi della stazione Tiburtina dalle ore 10,30 alle 17,30 e vi parteciperanno attivisti da tutta Italia.

28 gennaio, assemblea nazionale de L'Altra Europa con Tsipras

Secondo quanto affermato dagli organizzatori, l'obiettivo dell'assemblea è duplice. Da un lato quello di analizzare e comprendere, da una prospettiva di #sinistra, i cambiamenti sociali e politici in atto in un mondo sempre più attraversato dalle disuguaglianze ma anche dal populismo: tema su cui si profila stimolante l'interlocuzione Carlo Freccero, noto autore TV ed esperto di comunicazione, che parteciperà ai lavori.

Pubblicità
Pubblicità

Dall'altro lato l'obiettivo della giornata è quello di discutere su cosa deve fare chi oggi, da sinistra, vuol opporsi alla situazione attuale per evitare sia i tentativi "restauratori" che vorrebbero cancellare le grandi novità prodotte dalla crisi dell’ordine mondiale neoliberista, sia i rischi di risposta di destra, xenofobe e autoritarie a quelle stesse novità.

Al centro della discussione ci sarà anche la situazione italiana a meno di due mesi dalla vittoria del No al referendum costituzionale del 4 dicembre, situazione che secondo quanto affermano gli organizzatori "sta assumendo aspetti di immobilismo preoccupanti". Pertanto il dibattito è l'occasione per confrontarsi per l'Italia su alcune domande. Quali spazi apre il 4 dicembre? Come impedire la "restaurazione" in atto? Come saldare referendum costituzionale a quelli sociali sui temi del lavoro? Quale proposta elettorale può perseguire la sinistra?

L'obiettivo de L'Altra Europa con Tsipras (gruppo che ha riunito l'intera sinistra politica alle ultime elezioni europee, ottenendo oltre il 4% dei voti), è in questa fase quello di offrire un luogo di ascolto, interlocuzione, elaborazione comune "non tanto per ricostruire o riunire la sinistra, ma per tentare di disegnare la funzione che la sinistra può avere e dove la responsabilità di chi di si dice di sinistra può esercitarsi".

Pubblicità

Sono invitati a partecipare militanti, movimenti, cittadini e cittadine che si sono battuti per il No al referendum costituzionale, e attivisti che lavorando quotidianamente negli enti locali, nei movimenti e nelle molteplici battaglie di giustizia, ambientaliste, a difesa del #Lavoro e dei migranti.

Fra gli animatori della giornata il noto sociologo Marco Revelli che introdurrà la sessione mattutina e Massimo Torelli che coordinerà quella del pomeriggio. Alla discussione hanno garantito la propria partecipazione tra gli altri, oltre al già citato Freccero, anche Andreas Nefeloudis (segretario generale del Ministero del Lavoro di Grecia) e vari attivisti come Monica Di Sisto, Gianni Rinaldini, Vincenzo Vita, Martina Carpani, Maria Luisa Boccia, Giovanni Orlandini, Gaetano Azzariti, Alberto Campailla e Gabriele Pastrello.