Ti stai chiedendo quali sono le previsioni #meteo per marzo 2018? Bisogna considerare che il tempo a febbraio è molto più freddo rispetto a gennaio quest’anno. I primi dieci giorni del mese hanno dato vita ad impulsi atlantici con abbassamento delle temperature [VIDEO], venti e neve a quote alte. Un inverno ritardato viene da dire che potrebbe proseguire anche a marzo, noto già per essere un periodo piuttosto instabile. E infatti le #Previsioni meteo non sembrano sbagliare e il terzo mese dell’anno si preannuncia ancora molto vulnerabile.

Inverno "in ritardo": previsioni meteo marzo 2018

Come anticipato, è necessario subito sottolineare come marzo, almeno dal punto di vista delle temperature [VIDEO], potrebbe essere meno freddo rispetto a febbraio, ma più piovoso.

A dare queste prime indicazione è ilmeteo.it, che parla di un mese non freddo ma con molte precipitazioni che si trasformeranno in neve sul versante alpino. Pioverà, e pure tanto, sulle regioni settentrionali e centrali, in particolare sul versante tirrenico. Altro che primavera, il tempo a marzo sarà molto più vicino all’inverno almeno durante la prima metà, dove le precipitazioni e la generale instabilità sembrano, al momento, avere la meglio. I valori invece dovrebbero rimanere costanti e nella media del periodo. Anzi, gli esperti sottolineano come soprattutto nella prima decade questi saranno un po' più alti del previsto. La primavera non si farà insomma sentire per i primi dieci o quindici giorni del mese, ma ricordiamo che quelle che stiamo comunicando sono tendenze che potrebbero cambiare nel corso delle prossime settimane.

Primavera cercasi: previsioni meteo marzo 2018

Il motivo per cui il mese di marzo sarà così invernale va ricercato nel fatto che febbraio sta vivendo intense settimane di freddo. Secondo il modello europeo ECMWF, almeno fino al 14 del mese la bassa pressione dominerà buona parte dello Stivale, mentre dal giorno 15 dovrebbe giungere l'alta pressione delle Azzorre che sosterà sull’Italia fino ad almeno il 25 febbraio. A fine mese, purtroppo, dalla Siberia dovrebbe arrivare l’ennesima massa di aria fredda, così il paese si troverà nuovamente a combattere con il gelo, una situazione che proseguirà anche i primi di marzo con l’instabilità enunciata almeno per la prima decade. Le temperature si alzeranno ma pioggia e neve non dovrebbero dare pace fino a metà mese. Solo dopo, finalmente, la primavera dovrebbe fare capolino e con l’inizio di quella astronomica, dovrebbe avviarsi anche quella meteorologica. Ricordiamo che si tratta di previsioni di lunga durata e che sicuramente otterremo maggiori informazioni più precise i giorni a venire.