La primavera può aspettare ancora un po' prima di prendere definitivamente il centro del palcoscenico, perché, a partire da mercoledì 3 aprile, il bel tempo subirà una battuta d'arresto. Le previsioni meteo per i giorni a venire, infatti, non preannunciano nulla di buono e potrebbe abbattersi un vero e proprio ciclone di maltempo sulla penisola italiana con tanto di pioggia, di grandine e addirittura qualche nevicata ad alta quota.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo quanto riferisce il quotidiano Il Mattino, infatti, l'aria gelida arriva dal Nord Europa e incontrerà le correnti più miti e instabili del Sud. Ciò provocherà questi fenomeni particolarmente intensi. Non bisognerà sottovalutare il pericolo di nubifragi e di alluvioni lampo che riguarderanno alcune regioni in particolare.

Previsioni meteo per i prossimi giorni: peggioramento della situazione con neve e grandine

Nella notte tra mercoledì 3 e giovedì 4 aprile si intensificheranno le precipitazioni, specialmente sulle Alpi e sulle Prealpi, dove si dovrebbero verificare anche delle nevicate molto abbondanti sotto forma di bufera.

Previsioni meteo per il 3 e 4 aprile
Previsioni meteo per il 3 e 4 aprile

Si prevedono, infatti, oltre 60 centimetri di neve ad una quota di oltre 1.200 metri, in particolare in alcune zone della Valle d'Aosta, della Lombardia, del Veneto e del Trentino Alto Adige. Le altre zone del Nord Italia, comunque, non saranno esonerate, perché verranno coinvolte anche Milano, dove dovrebbero esserci temporali, così come a Treviso, Udine e Pordenone. Le alluvioni potrebbero coinvolgere anche la città di Venezia a causa dei venti di Scirocco. Tra giovedì e venerdì, infatti, si attende un'onda di marea.

Pubblicità

Forse sarà una estate bollente

Anche sulla Liguria sono attese violente piogge e in poco tempo potrebbe concretizzarsi la possibilità del rischio di allagamenti. Nella giornata di giovedì 4 aprile, poi, verranno coinvolte dal maltempo anche le regioni del Centro Sud, con possibilità di temporali e grandinate a Firenze, Roma e Napoli. Questo brusco cambiamento meteorologico, fatto di allagamenti e vento forte, potrebbe provocare problematiche rilevanti per quanto riguarda la circolazione stradale.

Insomma, chi si aspettava che la primavera fosse oramai entrata nel vivo dovrà ricredersi, quantomeno per i prossimi giorni. Tuttavia, gli esperti prevedono un'estate con un caldo e un bel tempo quasi da record che permetterà di goderci a pieno la bella stagione in arrivo.

Leggi tutto