Il Calciomercato della Fiorentina non è ancora riuscito a risolvere quello che ormai è diventato uno dei tormentoni di questa sessione estiva di trattative e cioè la definizione del futuro di Adem Ljajic. Come noto il giovane talento serbo ha il contratto in scadenza nell'estate del prossimo anno e la società viola ha già presentato una proposta di prolungamento che tuttavia il giocatore non ha ancora accettato. E nella giornata di ieri Andrea Della Valle ha affermato che il prolungamento del contratto del giocatore al momento è un'ipotesi decisamente remota.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Infatti la Fiorentina è intenzionata a inserire nel contratto una clausola rescissoria non troppo alta, però valida solo per i sodalizi esteri, la qual cosa renderebbe decisamente complicato il trasferimento di Ljajic ad un'altra società italiana.

Per questo motivo l'entourage del giocatore ha preso tempo lasciando chiaramente intendere la volontà di non firmare un nuovo accordo e di avvicinarsi quindi alla naturale scadenza del contratto.

La trattativa tra la Fiorentina e il serbo andrà comunque avanti e nel caso non si arrivi alla fatidica fumata bianca l'attaccante verrà messo sul mercato per evitare di perdere la prossima estate a parametro zero un talento di questo livello. Le pretendenti a Ljajic non mancano con il Milan in prima fila che sembra addirittura già avere un accordo da firmare quando la giovane punta sarà libera da ogni tipo di vincolo contrattuale con il suo attuale sodalizio.

I rossoneri dovranno però guardarsi anche da altri club europei di ottimo livello che hanno fiutato l'affare e cercheranno di sfruttare la situazione per tentare di acquistare un giovane dal futuro assicurato.

I migliori video del giorno

Ljajic interessa all'Atletico Madrid, che però ha giudicato troppo alta la richiesta economica della Fiorentina, mentre nelle ultime ore sembra che anche la Roma abbia fatto un sondaggio in tal senso forte della disponibilità economica che dovrebbe derivare dalle eventuali cessioni di Erik Lamela e Miralen Pjanic.

Non mancano poi i consueti interessi di alcune società d'oltremanica che non avrebbero difficoltà a investire le cifre richieste dal club gigliato. Molte ipotesi dunque per la conclusione dell'unica vicenda complicata del calciomercato della Fiorentina, altrimenti caratterizzato da parecchi colpi che hanno contribuito a creare un gruppo forte e di livello che dovrà regalare ai tifosi viola grandi soddisfazioni in Italia e in Europa.