Calciomercato Milan 2013 che ha visto l'arrivo alla corte di mister Massimiliano Allegri di Alessandro Matri, di provenienza Juventus, ex Cagliari.

Antonio Conte non è rimasto certo entusiasta della novità di mercato in uscita. E non lo ha nascosto. L'allenatore della Juventus ha spiegato che la sua cessione non era sul tavolo, ma del resto non lo era neanche quella di Giaccherini, elemento molto utile e legato alla causa bianconera. Calciomercato Milan 2013 bollente quindi, questa estate. 



Pur a malincuore, la Juventus ha ritenuto necessario privarsi di queste importanti pedine per andare a prendere gente come Tevez, Llorente, Ogbonna coprendone i costi.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

I tifosi però si domandano perché darlo proprio al Milan, cioè ad una rivale d'alto livello. La risposta è estremamente semplice: è stato il Milan a richiederlo. Conte ha voluto precisare che non è certo entusiasta di rafforzare gli organici delle avversarie più quotate, ma anche questo è un evidente segnale della crisi che attraversa ogni settore del Paese.

Conte ha aggiunto che la gara di campionato contro la Lazio non sarà certo simile a quella di Supercoppa, perché i biancocelesti daranno verosimilmente qualcosa in più per muovere la loro classifica dopo i tre punti portati a casa contro una deludente Udinese all'esordio.



Per avere Alessandro Matri, atleta apprezzato anche in virtù della sua immagine pulita e positiva, il Milan, ha spiegato Adriano Galliani, ha messo sul piatto ben 10 milioni di Euro. La punta indosserà la maglia numero 9 e c'è chi si augura possa ripercorrere la strada di un certo Superpippo Inzaghi, uno che da queste parti ha fatto la storia anche a livello di Champions League.

Per quanto riguarda l'opzione Honda, Galliani ha precisato che in questo momento è più verosimile l'ipotesi Kakà. Seguiremo molto attentamente gli sviluppi di questo calciomercato Milan 2013, che sembra propenso alle spese e alle vendite folli: intanto accontentiamoci dell'arrivo di Alessandro Matri.