Nulla di fatto. Il Comitato Olimpico francese si riunirà la prossima settimana per decidere il destino di Leonardo, squalificato sino al 30 giugno 2014 (inizialmente sino all’8 febbraio), per aver spinto l'arbitro Alexandre Castro nel post di Psg-Valenciennes dello scorso 5 maggio. Resta perciò in stand-by la situazione dell’ex allenatore del Milan e dell’Inter, direttore sportivo dei parigini fino alla fine di questo mese.

Poi sarà addio. Leo, come annunciato qualche tempo fa, lascerà la carica proprio per colpa della squalifica che vuole a tutti i costi ridotta.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Inter

Il brasiliano, nel frattempo, era stato accostato all’Inter, come futuro direttore dell’area tecnica della gestione firmata Erick Thohir, sempre più vicino a rilevare la maggioranza del club nerazzurro.

Però, dopo le smentite (di rito?) del tycoon indonesiano, sono arrivate anche quelle del brasiliano, raccolte dalla versione on line de La Gazzetta dello Sport: “Non ho contatti con il progetto Thohir, mantengo i normali contatti di sempre con l'Inter”, ha detto Leonardo che sembra chiudere le porte ai nerazzurri.

Che siano smentite di rito anche queste? Ciò che è certo è che Leo potrebbe lasciare Parigi per tornare nel capoluogo lombardo, e che il feeling con l’Inter e con Moratti non si è mai spento. Qualcosa che comunque non fa piacere ai cugini rossoneri, ancora avvelenati dal passaggio in nerazzurro nel dicembre 2010. In ogni caso, del triangolo Leonardo-Thohir-Inter se ne potrebbe ancora riparlare in un futuro prossimo.