Sono giorni concitatissimi per il mercato Inter. E' di ieri notte la conferma che Samuel Eto'o oggi stesso diventerà un calciatore del Chelsea. L'accordo è stato raggiunto nel tardo pomeriggio di ieri, sulla base di un contratto di un anno che al calciatore dovrebbe assicurare, bonus compresi, qualcosa come sette milioni di euro.

Pertanto ha vinto la linea portata avanti dalla società londinese di non fare contratti di oltre un anno per i calciatori che hanno passato la trentina da qualche anno: la stessa linea, infatti, era già stata adottata in precedenza con calciatori storici del Chelsea come Terry e Lampard.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Inter

Pertanto l'Inter vede svanito il suo ultimo sogno di mercato: e pensare che la permanenza a Milano di Eto'o aveva fatto ben sperare il popolo nerazzurro. Poi, con l'aereo che ha portato il calciatore a Londra, se ne vanno anche tutti i sogni dei tifosi nerazzurri.

Con ogni probabilità l'Inter non cercherà di sostituire Eto'o con un altro obiettivo, giacchè il calciatore camerunense, più che un'esigenza tattica, era la classica ciliegina sulla torta, l'uomo che avrebbe spostato gli equilibri in qualunque squadra fosse andato.

Anche per quanto concerne l'esterno non ci sono particolari novità. Zuniga ed Isla rimangono sì due nomi caldi, ma anche difficilmente percorribili. L' alternativa si chiama Van der Wiel del Psg.

A centrocampo occhi puntati su Fernando del Porto e Wellington del San Paolo. Intanto l'Inter sta pensando anche ad operazioni di mercato in uscita: Pereira, Kuzmanovic, Olsen e Mariga hanno diverse richieste soprattutto dall'estero e difficilmente troverebbero spazio nella squadra nerazzurra.