E' già grande sfida tra Napoli e Juventus: infatti, dopo il successo per 4-2 ottenuto dai partenopei a Verona con il Chievo, i bianconeri hanno risposto battendo nettamente 4-1 la Lazio allo "Juventus Stadium".

Nonostante Conte abbia mostrato alla vigilia del match molta insofferenza derivante dalla cessione di Matri al Milan, la "Vecchia Signora" ha dimostrato ancora una volta tutte le sue numerose qualità.

Grande protagonista dell'incontro è stato Arturo Vidal, autore di una doppietta; una rete a testa, invece, per Vucinic e Tevez, che si sono confermati in gran forma.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

I bianconcelesti di Petkovic hanno comunque retto per un tempo, realizzando anche il gol del 2-1 con Klose, ma sono caduti nella ripresa complice anche l'espulsione di Hernanes.

Questa la cronaca della partita: al 2' Lazio pericolosa con un gran tiro di Hernanes, Buffon para in angolo; al 14' Juve in vantaggio con Vidal, ben servito da Pogba. Al 21' ancora Buffon deve disimpegnarsi respingendo in corner un'insidiosa conclusione dal limite di Candreva; passano 5 minuti e il cileno Vidal mette a segno la sua seconda rete anticipando in uscita Marchetti.

Due minuti più tardi, però, la Lazio rientra in gara siglando con Klose il 2-1 che mette leggermente in apprensione la Juventus. Al 35' occasione per il pari capitolino, Buffon devia in calcio d'angolo un sinistro dalla distanza di Radu.

Nella seconda frazione di gioco, al 49' è già 3-1 Juventus con una conclusione vincente di Vucinic, che pietrifica uno sconsolato Marchetti.

Fino al 62' il match regala poche emozioni, ma un minuto dopo Hernanes si fa espellere ingenuamente colpendo il pallone con la mano e facendosi così comminare dall'arbitro Tagliavento il secondo cartellino giallo.

I migliori video del giorno

Al 71' e all'80' Tevez fa divertire il popolo juventino: prima colpisce una traversa con un sinistro a giro e poi firma il poker bianconero con un bel tiro dal vertice dell'area.

Per la compagine di Conte il prossimo ostacolo si chiama Inter, mentre il club di Lotito dovrà cercare di rifarsi con il Chievo Verona.