La rivincita di Conte è arrivata a Torino. Anche senza giocatori importanti come Giaccherini o Matri l'allenatore juventino ha messo in campo una bella squadra che sa segnare con lanci lunghi dalla metà campo. La Lazio invece ha subito il pressing della squadra bianconera a partire dal decimo minuto, e nel secondo tempo la squadra bianconera allunga le distanze e sfiacca gli animi dei laziali e della loro difesa fantasma.

Primo tempo. Dal 10'minuto in poi la Juve ha cominciato a dare la carica uscendo fuori tutte le marcature, fino a quando al 14' un triangolo Pogba-Tevez mette la sfera in area per Vidal che supera Marchetti con il primo gol.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

La risposta della Lazio arriva con le azioni di Candreva ed Hernanes che però incontrano la resistenza vigile di Buffon. Ma verso il 26' arriva il secondo gol: lancio di Bonucci dietro la linea del centrocampo mentre Vidal scatta contro la porta laziale con un Marchetti indeciso sulla parata e preso di sorpresa.

Ma la Lazio fa sentire il suo scatto d'orgoglio e accorcia le distanze: silurata di Hernanes da fuori area contro il muro di Buffon che però non trattiene la palla, finendo sul piede di Klose che mette la palla dentro.

Secondo tempo. La Juve recupera energie e riparte all'attacco al 5' minuto: lancio del solito Bonucci dalla linea di metà campo per Vucinic che supera Novaretti e segna il terzo gol eludendo la difesa di Marchetti con un bel destro. La Lazio tenta di aggredire la Juve con il tiro di Gonzalez, ma Hernanes viene espulso per doppio cartellino giallo. Juve in vantaggio quindi di gol e uomini sul campo. E Tevez al 35' segna il gol del 4-1 dal limite dell'area con il passaggio di Vidal e il velo di Vucinic. La risposta della Lazio non esiste più, a nulla servono i tiri di Ederson contro i pugni sicuri di Buffon.

I migliori video del giorno

Due minuti di recupero e l'arbitro Tagliavento fischia la fine della partita: 4 a 1 per la Juventus.