Pareggio nell'andata della Supercoppa spagnola tra Atletico e Barcellona. La partita si è disputata al Vicente Calderon di Madrid e le emozioni non sono mancate sin dai primi minuti di gara.

L'Atletico Madrid è partito in quarta contro la squadra avversaria fino al 12' minuto con il gol dell'ex Villa: contropiede dei Colchoneros, il passaggio di Arda Turan che serve il "Guaje" su un acrobatico destro al volo di gran maniera. Barcellona colpito quindi sul piano psicologico, incassa il primo gol e tenta di difendersi con un Atletico che chiude i propri spazi e smorza il fiato ai blaugrana per tutto il primo tempo, con un Villa marcato a pressione sulla metà campo dalle istruzioni di Simeone. 

Ma il pallone è tondo anche in Spagna perché nel secondo tempo si aprono scenari nuovi al Calderon: infortunio alla coscia sinistra di Messi che abbandona il campo durante l'intervallo per Fabregas, ma la sostituzione vincente di Martino avviene al 59': fuori Pedro, dentro il centravanti Neymar che dopo 7 minuti segna il suo primo gol di testa su traversone di Alves con un bel taglio dalla sinistra del portiere Juanfran.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Inter

E qui si risveglia il Barca con la sua tifoseria culés, l'Atletico perde fiducia teme il sorpasso e si chiude in un muro difensivo che non lascia spazio a nessun gol dei blaugrana.

La partita di ritorno si vedrà al Camp Nou il 28 Agosto alle 23. Senza la magia del Pallone d'oro ma forse con qualche altra sorpresa dalla panchina, ma è molto probabile che Messi non sarà disponibile domenica a Malaga per il campionato. Nel primo tempo la sua sostituzione è stata molto discussa: una scelta tecnica o dovuta ai problemi muscolari del Pallone d'oro? Nel primo tempo in ogni caso è stato quasi un'ombra sul campo. Meno male che c'era Neymar dalla panchina, scalpitante dopo 7 minuti per una incornata che ha salvato il Barca dal bisogno costante di Messi.