E alla fine le grandi, di fatto, sono restate a guardare. Tranne una, il Milan, che non ha aspettato gli ultimi secondi del Calciomercato estivo per mettere a segno i colpi che, probabilmente, aveva programmato da tempo. Nel giro di poche ore ha ceduto Boateng allo Schalke 04 e al suo posto ha prelevato, investendo all'incirca la stessa somma appena incassata, Alessandro Matri dalla Juventus. Un giocatore che ha già lavorato in passato con Allegri e che il tecnico stima moltissimo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Probabilmente presto lo vedremo nell'undici titolare.

E poi ha realizzato il sogno di tanti tifosi milanisti nostalgici, vale a dire quello di riportare Kakà in Italia.

Il brasiliano ha scritto pagine importanti della storia della società ed era sicuramente stanco di non essere considerato un titolare fisso nel Real Madrid. Kakà sa che se vuole essere convocato nella seleçao verdeoro per i mondiali 2014 dovrà disputare un grande campionato. E il Milan sarà ben contento di dargli spazio, puntando molto sulle motivazioni del giocatore.

Le altre big? Forse avevano meno bisogno di rinforzarsi. Fatto sta che il tanto atteso valzer di attaccanti alla fine non si è concretizzato. Quagliarella è rimasto alla Juventus ed è saltato anche lo scambio Gilardino-Borriello tra Genoa e Roma. Tutti aspettavano un grande colpo in difesa da parte del Napoli ed invece anche i partenopei sono rimasti a guardare.

Cambiano allora i valori della Serie A? Di poco. Juventus e Napoli sono le due squadre maggiormente accreditate per lo scudetto, ma il Milan ha senz'altro ridotto il gap con le altre formazioni e può senz'altro rientrare nella lotta per il tricolore.

I migliori video del giorno